220 mila euro per il turismo di Cagliari. Il Comune presenta un nuovo bando

Oltre 220 mila euro destinati allo sviluppo economico e la valorizzazione turistica di Cagliari. Questa la cifra stanziata dall’ultimo bando presentato dalla Giunta Zedda per rendere il capoluogo isolano appetibile sulla scena internazionale.

Ricettività cittadina da migliorare e specializzare, incremento della visibilità, unire l’offerta turistica con le eccellenze del territorio. Il tutto incastonato dentro un patrimonio storico, culturale, ambientale e paesaggistico unico nel Mediterraneo.

Sono queste le linee guida di un progetto voluto dall’attuale Amministrazione presentato stamane dall’assessora al Turismo, Marzia Cilloccu: “Si intende stimolare le imprese del settore a investire su una vocazione fondamentale del territorio. Dalle periferie alla Municipalità di Pirri, da Santa Gilla a Sant’Elia a Giorgino, passando per il centro storico e per i Mercati cittadini”.

Sette sono le tipologie di intervento meritevoli di contributi: animazione delle strade e delle piazze nel periodo natalizio, valorizzazione sagre delle produzioni agroalimentari cittadine, iniziative di promozione commerciale lasciate alla libera proposta degli interessati, attività collaterali alla festa di Sant’Efisio, iniziative di turismo congressuale, azioni di educational tour e iniziative di valorizzazione turistica lasciate alla libera proposta degli interessati.

Per i dettagli, informazioni, modulistica e bando, si può consultare il sito www. comune.cagliari.it.

Inoltre, il 23 gennaio, alle ore 9 presso la sala Search (Largo Carlo Felice 2) è previsto un incontro informativo con gli operatori.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>