Gli elettori non potranno più mettere direttamente la scheda votata nell’urna

Se n’è parlato poco o nulla, ma c’è una novità per i cittadini che il

4 marzo si recheranno alle urne per le elezioni politiche. È nel testo della legge elettorale, il Rosatellum, all’articolo 1 comma 18 che riscrive l’articolo 31 del Dpr 361/1957. Quest’ultimo, al comma sei, prevede nella sua nuova versione che ogni scheda elettorale sia “dotata di un apposito tagliando rimovibile dotato di codice progressivo alfanumerico generato in serie, denominato “tagliando antifrode”, che è rimosso e conservato dagli uffici elettorali prima dell’inserimento della scheda nell’urna”.

Tradotto: la nuova legge elettorale, secondo molti già complessa sotto diversi aspetti, aggiunge una ulteriore “complicazione” nell’espressione del voto da parte dei cittadini, rendendola certamente meno immediata dal punto di vista pratico.

La novità è stata introdotta con un emendamento durante l’approvazione del Rosatellum presentato dai deputato Pd Paolo Coppola e Sergio Boccadutri: l’obiettivo del talloncino è quello di contrastare il voto di scambio che avviene tramite schede precompilate.

Tecnicamente, il tagliando antifrode è un’appendice della scheda di voto, realizzata mediante piegatura e perforatura lungo la parte inferiore della scheda stessa, sulla quale i componenti dei seggi, prima dell’inizio delle operazioni di voto, in un apposito riquadro, applicano un bollino adesivo dotato di un codice progressivo alfanumerico generato in serie. Tale appendice, dopo l’espressione del voto da parte dell’elettore, viene staccata prima di inserire ogni scheda nell’urna.

Il distacco del lembo contenente il bollino antifrode potrebbe determinare ritardi nello svolgimento delle operazioni della sezione elettorale, quindi, allungare le code nell’attesa di manifestare in cabina la propria espressione di voto.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>