Trasporti merci via mare: bilancio a Bastia tra specialisti dell’Università, imprese e Pa

Domani, mercoledì 21 febbraio, dalle 9.30, il Museo di Bastia ospita il secondo seminario informativo e la seconda edizione di incontri B2B (business to business: colloqui frontali tra specialisti e imprenditori) del progetto Go SMart Med. Con un budget di 647.498 euro cofinanziato all’85 per cento dal Fondo europeo di sviluppo regionale e per il restante 15 dal Fondo di rotazione nazionale, il progetto è sviluppato nell’ambito del primo avviso del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020 (Asse 3 – Lotto 1 – PI 7B – OS 1). Oggi, martedì 20 febbraio, si tiene la riunione dei partner nella Camera di Commercio di Bastia, ente organizzatore degli eventi.

Ricerca. Dagli studi del Cirem la governance per connettere i porti dell’alto Tirreno. Go SMart Med (Gouvernance des Services Maritimes des Transports dans la Méditerranée), si avvia alla definizione dello studio di fattibilità per la gestione innovativa dei servizi di trasporto marittimo merci nell’area dell’alto Tirreno. Il Cirem (Centro interuniversitario ricerche economiche e mobilità) dell’Università di Cagliari è capofila del progetto che ha una durata di 18 mesi (marzo 2017/settembre2018). Lo studio è un lavoro transfrontaliero coordinato e realizzato con il contributo dei partner delle regioni coinvolte.

Ingegneria dei trasporti e i laboratori CentraLabs: eccellenza dell’ateneo. A Bastia partecipano partner di progetto e referenti di altri progetti. Tra i temi – da sempre al centro delle dinamiche di sviluppo degli ingegneri trasportisti della scuola dell’ateneo di Cagliari – il sistema del trasporto marittimo delle merci, le potenzialità offerte dal nuovo sistema coordinato studiato con Go SMart Med e dalle sinergie innescate tra i vari progetti attivati nell’area. Quella in terra francese è tappa fondamentale per acquisire più informazioni su Programma, progetto e altre iniziative attive nell’area. Ma anche l’occasione per condividere esperienze tra operatori dei territori coinvolti. I partner del percorso con Unica-Cirem capofila, sono CentraLabs (IT), Camera commercio e industria Bastia e alta Corsica (FR), Centro servizi polo universitario sistemi logistici Livorno-Università di Pisa, Camera commercio Maremma e Tirreno, Camera commercio Genova, GIP FIPAN-Groupement d’Intérȇt public Formation et Insertion Professionelles Académie de Nice (FR).

Il gol? Minori costi, orari e frequenze. Beneficiarie del nuovo sistema orientato all’integrazione delle tariffe (minori costi per il cliente), degli orari (minore tempo di viaggio) e delle frequenze di linee, oltre alla forte riduzione dell’inquinamento legato ai trasporti su strada, sono le compagnie marittime, le aziende che inviano e ricevono merci (clienti del servizio), gli operatori portuali (agenzie marittime, spedizionieri, agenzie di lavoro portuale, trasportatori): soggetti attesi agli eventi di Bastia con i rappresentanti di istituzioni pubbliche e i decisori politici.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *