Di Maio: “Pronti al confronto”

Lo scrive Luigi Di Maio sul Blog delle Stelle. “L’alta affluenza alle urne e le tantissime persone che si stanno riappassionando alla politica in questi giorni dimostrano che finalmente c’è la concreta possibilità di un’occasione storica irripetibile per cambiare le cose e rimettere l’Italia nei binari giusti. In tutta la campagna elettorale e subito dopo il voto ho detto che noi siamo disponibili al confronto con tutti per far nascere il primo governo della Terza Repubblica, la Repubblica dei cittadini. Questa occasione non può essere persa. I cittadini ci guardano e pretendono il massimo dalle persone che hanno eletto in Parlamento. Tutto il MoVimento 5 Stelle, e io in prima persona, non abbiamo alcuna intenzione di deluderli e faremo tutto il possibile per rispettare il mandato che ci hanno affidato. Mi auguro che tutte le forze politiche abbiano coscienza delle aspettative degli italiani: abbiamo bisogno di un governo al servizio della gente“, continua Di Maio, che poi cita De Gasperi: “‘Politica vuol dire realizzare’“, “più precisamente a realizzare quello che anche nella dottrina sociale della Chiesa viene chiamato ‘bene comune’“, “ed è a questo che tutte le forze politiche sono state chiamate dai cittadini con il voto del 4 marzo”. E ancora: “Noi non abbiamo a cuore le poltrone, abbiamo a cuore che venga fatto ciò che i cittadini attendono da 30 anni e che ci hanno dato il mandato di realizzare con oltre il 32% di consenso. Abbiamo messo al primo posto la qualità della vita dei cittadini che vuol dire eliminazione della povertà (con la misura del Reddito di Cittadinanza che è presente in tutta Europa tranne che in Italia e in Grecia), una manovra fiscale shock per creare lavoro, perché le tasse alle imprese sono le più alte del Continente, e finalmente un welfare alle famiglie ricalcando il modello applicato dalla Francia, che non a caso è la nazione europea dove si fanno più figli, per far ripartire la crescita demografica”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *