“Lab Dakar: promozione dell’imprenditoria femminile in Senegal”. Dal 22 al 27 marzo, una delegazione nel paese africano

Nata con l’intento di migliorare la condizione delle donne in Senegal attraverso l’imprenditoria femminile nel settore tessile, il progetto “Lab Dakar: promozione dell’imprenditoria femminile in Senegal”, prende concretamente forma.

Grazie a Ipsia Sardegna e nazionale, Comune di Ussaramanna, Associazione Sunugal Senegal e alla cooperativa femminile senegalese GIS GIS ,dal 22 al 27 marzo una delegazione composta da Barbara Iannelli (presidente Ipsia), Mauro Carta (presidente Acli Cagliari) e dal tecnico video Riccardo Sanno, sarà nella città senegalese di Guediawaye insieme agli stilisti milanesi Giulio Vismara e Sara Meucci (già in Africa per seguire l’avvio della produzione per Equomercato) e alle socie della GIS GIS per l’ideazione e lo sviluppo di nuovi prodotti.

La cooperazione– spiega la presidente di Ipsia Sardegna Benedetta Iannelli –sarà fondamentale per stimolare l’interscambio culturale tra l’Isola e il paese africano. Attraverso il contributo alla crescita economica e alla conseguente creazione di maggiori opportunità lavorative in loco, poi, potrà essere favorita la diminuzione dei flussi migratori irregolari verso l’estero, una realtà drammatica del Senegal contemporaneo”.

Promuovere sviluppo sostenibile, quindi, in linea con la Cooperazione internazionale voluta dalla attuale giunta Regionale che a dicembre 2017 ha aderito al progetto Sardegna – Senegal con l’intenzione di agevolare nuove realtà imprenditoriali sarde nel paese africano.

A garanzia di un ritorno economico, istituzionale, culturale e sociale, si prevede il coinvolgimento della comunità immigrata e delle scuole, affrontando i temi dell’accoglienza, dell’accettazione e della integrazione, fondamentali per sconfiggere gli episodi di intolleranza e razzismo verso chi arriva da un altro continente.

Siamo molto soddisfatti che la nostra proposta sia stata selezionata dalla Regione –conclude la presidente –, in particolare perché tratta di temi molto cari anche alla nostra Isola: l’imprenditoria giovanile e femminile, da un lato, e l’immigrazione dall’altro. Questo progetto rappresenta inoltre un’opportunità concreta di rafforzare i legami tra la Sardegna e il Senegal sia da un punto di vista istituzionale che commerciale”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>