All’Amsicora Cagliari giornata di Sport e fratellanza: una giornata a Cagliari

Un’intensa giornata di sport con il coinvolgimento di oltre cento richiedenti asilo, ospiti dei Centri di accoglienza della Sardegna, e degli atleti sardi impegnati in diverse specialità dell’atletica leggera. L’evento, promosso dalla Regione autonoma della Sardegna, in collaborazione con il Coni, si svolgerà allo stadio Amsicora di Cagliari, domani, sabato 21 aprile.

Alle 11, all’apertura della manifestazione, l’assessore regionale agli Affari generali Filippo Spanu, il presidente del Coni Sardegna Gianfranco Fara, i presidenti dell’Amsicora Alessandro Dedoni e della Dinamo academy Cagliari Giovanni Zucca incontreranno i giornalisti per illustrare le finalità dell’iniziativa. Proprio la Dinamo academy, che milita nel campionato di serie A2 di pallacanestro maschile, ha aperto le porte del palazzetto di Via Rockfeller ai migranti che vivono nei Centri di accoglienza, che hanno così potuto assistere alle partite della squadra allenata da Riccardo Paolini.

Nell’impianto sportivo di Ponte Vittorio, richiedenti asilo ed atleti sardi si sfideranno nei 100, 200 e 800 e 1500metri, nel salto in lungo e salto in alto. Alle 16, i migranti assisteranno alla partita Amsicora-Adige, valida per la 16esima giornata del campionato di serie A di hockey su prato e potranno partecipare ad una lezione tecnico-pratica su questa disciplina. Spanu sottolinea che «lo stadio Amsicora, luogo a cui è associato lo storico scudetto del Cagliari, diventa, nella giornata del 21 aprile, spazio di dialogo e di reciproca conoscenza per abbattere I pregiudizi e favorire l’inclusione e l’integrazione nel solco di altre iniziative organizzate con buoni risultati dalla Regione come la manifestazione “Diamo un calcio all’intolleranza”».

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *