Sant’Antioco. Dal Lido al Porto il lungomare cambia volto

Sant’Antioco si “riprende” la Marina. Dal Lido al Porto il Lungomare cittadino cambia volto: garantiti decoro e sicurezza. Con una serie di interventi

mirati, l’Amministrazione Comunale ha posto la parola fine ad alcune emergenze di vecchia data che insistevano sul Lungomare. Innanzitutto, si è provveduto a rimuovere, d’accordo con l’Associazione Marinai D’Italia, le reti metalliche nella porzione di porticciolo situata nei pressi del Lido che, oltre a rappresentare una situazione di degrado (erano persino presenti vecchi pontili abbandonati, risultato di una mareggiata che aveva interessato l’isola provocando diversi danni), impedivano la fruizione di quell’area. Recentemente, inoltre, grazie a un’ordinanza sindacale, sono state spostate ben 17 barche abbandonate, alcune in stato di totale abbandono, che rappresentavano sia un pericolo per l’incolumità dei cittadini, sia un ricettacolo di rifiuti di ogni genere. «E con l’attivazione del cantiere Over 50 – spiega il sindaco Ignazio Locci – abbiamo potuto bonificare e riqualificare tutta l’area in questione (fronte parco giardino) ripulendola dalle sterpaglie e lasciando in piedi soltanto il caratteristico giunco, elemento fondamentale delle cosiddette zone umide. Siamo consapevoli che a Sant’Antioco il cammino da compiere, in termini di decoro, è ancora lungo. Ma siamo altrettanto convinti che questa sia la strada giusta: talvolta è necessario intervenire in maniera decisa, anche tramite ordinanza, per ripristinare ordine e decoro». Infine, nei giorni scorsi sono stati avviati lavori straordinari del lastricato del porticciolo (davanti alla Piazza Ferralasco) sconnesso e particolarmente usurato dal tempo, con lo scopo di eliminare i dislivelli e riportarlo agli standard di sicurezza. «Lavori che, una volta conclusi – commenta il sindaco – consentiranno di fare una passeggiata dal Lido al porto, ammirando la nostra laguna, piacevole, appagante e, finalmente, anche in sicurezza».

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *