“19”, primo ep per dj Wall Dott

“19”. E’ questo il titolo scelto da Dj Wall Dott per il suo ep d’esordio. Nei sei brani elaborati in due anni di lavoro, spicca la collaborazione con Frankie Krueger, uno dei mostri sacri della musica dance internazionale con cui è in piedi ilprogetto Scratch Troopers. Il mastering è stato curato dal produttore K.Wild, al secolo Carlo Gosamo. al secolo Matteo Mura da Borore, Campione Italiano in carica dell’IDA – International DJ Association per la categoria Technical.

Alll’anagrafe Matteo Mura da Borore, il campione Italiano in carica dell’IDA – International DJ Association per la categoria Technical, dice: “Fare un progetto solista è sempre stato un mio obiettivo” dichiara Wall Dot “fin da quando ho iniziato a fare musica. Definirei il mio genere hip hop e, in modo più specifico scratch music o trip hop”.

Le ambientazioni musicali ricordano l’approccio stilistico e le produzioni di artisti quali DJ Krush e DJ Shadow, artefici di un hip hop strumentale vicino al trip hop, mentre tra le fonti di ispirazione del Dj sono sicuramente da citare Alien Army, DJ Gruff e D-Styles. Gli ascolti di Wall Dot spaziano dal jazz al funk, fino ad arrivare all’hip hop, dove è possibile collocare le sue radici musicali.

A completamento del lavoro, è stato pubblicato in anteprima su Youtube il video del singolo “Moonchild”, contenuto all’interno dell’EP.

Dj Wall Dot, che a soli dodici anni ha dato inizio alla sua esperienza in consolle, è stato presente in alcune performance del gruppo storico della scena rap sarda Balentia la scorsa estate e quest’inverno e in consolle anche con il produttore e rapper Ergobeat da Porto Torres e, dopo aver conquistato il titolo di Campione Italiano IDA – International DJ Association 2019 per la categoria Technical, ha rappresentato l’Italia lo scorso 30 Novembre alle finali mondiali di categoria che si sono tenute a Cracovia, in Polonia.

L’International Dj Association nasce direttamente dalla leggendaria International Turntablist Federation (ITF), federazione internazionale nata nel 1996 a San Francisco. L’ITF dal 1996 al 2006 ha rivoluzionato il mondo del djing introducendo il concetto di “Turntablist”, ovvero colui che suona il giradischi come un vero e proprio strumento musicale ed organizzando un proprio campionato del mondo con più di 15 paesi aderenti in tutto il mondo.

“19” si può comprare sui più importanti Digital Stores mondiali, grazie alla distribuzione curata da Distrokid mentre su Spotify il link è il seguente: https://open.spotify.com/album/6U7f28thVhaTX5gyxYPB1xsi=6bNSWVwIQ3epp0ETl-lDvw

Su Youtube, invece: https://youtu.be/JtDnq8pvif

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: