Cure palliative, Terapia ambulatoriale del dolore e Hospice: cresce l’attività, servizi di eccellenza

Carbonia. Visite per terapia antalgica, terapia medica farmacologica del dolore, blocchi antalgici anestetici, agopuntura per anestesia, mesoterapia, iniezione di sostanze terapeutiche nell’articolazione o nel legamento, iniezione di sostanze terapeutiche ad azione locale, irrigazione di ferita, elettroterapia antalgica: sono alcuni dei trattamenti erogati dalla Servizio Cure Palliative, Ambulatoriali per la terapia del Dolore e Hospice diretta dal responsabile ff Dr. Marhil Wesam, negli ambulatori di Iglesias (Palazzina Hospice), Carbonia (Ospedale Sirai), e Carloforte (Poliambulatorio). E’ possibile richiedere anche terapie domiciliari concordate col MMG (dolore maligno da neoplasia).

Nel 2019 – in netto aumento rispetto agli anni precedenti – sono stati oltre 11.000 gli accessi per i pazienti oncologici e tracheostomizzati e oltre 2.600 gli accessi per terapie antalgiche e altri trattamenti.
Le prestazioni, eseguite da Medici Anestesisti e Oncologi (terapisti del dolore e cure palliative) coadiuvati da personale infermieristico specializzato, sono destinate a pazienti con dolore acuto e cronico benigno e maligno.

Grazie alle attività svolte per il territorio, alla stretta collaborazione con la Struttura di Terapia del Dolore dell’Ospedale Oncologico Businco di Cagliari diretta dal Dott. Sergio Mameli e alla convenzione con l’Università degli studi di Cagliari – Facoltà di Medicina e Chirurgia presieduta dal Prof. Gabriele Finco, dallo scorso dicembre il Servizio è sede di tirocinio per gli studenti del 1° Master Regionale “Cure palliative/Terapia del Dolore”: gli specializzandi, coordinati e affiancati dal personale medico e infermieristico si preparano sul campo a gestire strategie assistenziali globali, interprofessionali e di elevata qualità finalizzate alla cura della persona affetta da patologia ad andamento cronico evolutivo.

Le cure Palliative in Italia e in Sardegna
La Legge sulle cure palliative e terapia del dolore approvata il 15 marzo 2010 rappresenta un grande risultato per il nostro sistema sanitario e posiziona il nostro Paese tra quelli più aggiornati in questo ambito assistenziale. Prevede la realizzazione di una rete nazionale per le cure palliative e terapia del dolore e la costruzione di una rete territoriale di strutture sanitarie e assistenza domiciliare, che provveda a garantire le cure palliative e la terapia del dolore su base regionale, volte ad assicurare la continuità assistenziale del malato dalla struttura ospedaliera al suo domicilio. La rete è costituita dall’insieme delle strutture sanitarie, ospedaliere, territoriali e assistenziali, delle figure professionali e degli interventi diagnostici e terapeutici disponibili nelle regioni e nelle province autonome, dedicati all’erogazione delle cure palliative e al controllo del dolore in tutte le fasi della malattia.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: