A Meana Sardo prima tappa del progetto di educazione digitale e postale di Poste Italiane

Si è svolto presso la Sala Domo ‘e Mulinu del Comune di Meana Sardo il primo evento in Sardegna, tra gli oltre duecento che saranno organizzati in tutta Italia quest’anno da Poste Italiane nei comuni con meno di 5.000 abitanti.

Il progetto di Poste Italiane è finalizzato a favorire la consapevolezza e le conoscenze di tutti i cittadini su tematiche di grande attualità quali l’evoluzione dei servizi di recapito, la “rivoluzione” tecnologica e digitale con l’uso corretto degli strumenti digitali, soprattutto per la popolazione anziana.

Durante l’incontro, al quale hanno partecipato complessivamente oltre 50 cittadini, i docenti e gli esperti di Poste Italiane hanno messo a disposizione dei cittadini intervenuti, in due sessioni didattiche di circa trenta minuti l’una, le proprie conoscenze digitali e postali. Al termine di ciascuna lezione i partecipanti sono stati invitati a compilare un breve questionario online per avere utili indicazioni sull’esperienza appena fatta. Inoltre, tutti i presenti hanno ricevuto una shopper contenente un opuscolo per ciascuna delle tre tematiche affrontate.

“Ringrazio Poste Italiane per l’importante appuntamento – ha dichiarato il Sindaco di Meana Sardo Marco Demuru – e per l’opportunità che ci ha dato di approfondire il tema del mondo digitale. Oggi, più che mai, siamo a contatto con gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia che, ad esempio, ci permettono di fare acquisti in ogni parte del mondo o di gestire il nostro conto da uno smartphone. Gli incontri come questo ci insegnano a gestire questi strumenti nel migliore dei modi ed in totale sicurezza e tranquillità.”

La digitalizzazione e la crescita esponenziale dell’e-commerce stanno cambiando le nostre abitudini, ogni giorno circa 1,4 miliardi di persone navigano in rete, per questo motivo è importante riuscire a gestire il denaro effettuando pagamenti o trasferendo somme in sicurezza. 

Anche rispetto ad un mercato in continuo cambiamento, Poste Italiane, consapevole del proprio ruolo sociale e della propria missione, rende le realtà più periferiche “centrali” nel suo impegno per continuare a soddisfare le esigenze di tutti i clienti attraverso la sua affidabilità e per garantire la presenza capillare sul territorio.

I progetti di Educazione Digitale e Postale sono parte del programma di “impegni” per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti illustrato dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in occasione della seconda edizione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” del 28 ottobre 2019, durante il quale ha evidenziato come l’obiettivo di Poste Italiane sia quello di “ampliare la conoscenza e le competenze in materia postale e digitale dei cittadini”, in coerenza con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate. L’effettiva realizzazione di tali impegni è consultabile sul nuovo portale web all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni

I progetti, inoltre, si muovono nel segno della tradizionale attenzione di Poste Italiane alle esigenze del cittadino e in coerenza con la sua storica vocazione di azienda socialmente responsabile che aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: