A proposito di Jazz, oggi è la volta di TriKàranos

Talenti musicali decisamente di prima grandezza: Andrea Cocco al pianoforte, Matteo Marongiu al contrabbasso e Roberto Migoni alla batteria, oggi al Teatro Moderno di Monserrato in concerto con Trikàranos (che in greco antico significa “mostro a tre teste”), in un ora e mezza di spettacolo, hanno allietato il pubblico con una performance davvero godibilissima. Applausi lunghi e scroscianti alla fine di ogni brano da parte degli spettatori, a riprova del fatto che la musica se è bella, piace e trascina.

Nell’arco della serata i tre artisti, si sono cimentati in una quindicina di brani, la maggior parte di propria composizione, dai titoli “colorati”: gente arrubia, blu, il primo giorno d’autunno, maestrale, regalando sapienti sonorità in un crescendo di coinvolgente atmosfera.

I musicisti che seppur conoscendosi dal 2002, prima d’ora non avevano mai prodotto niente in comune neanche a livello di incisioni, ognuno con un proprio percorso di studi ed esperienze, ha nel corso degli anni costruito un proprio linguaggio espressivo, trovando una sintesi ed espressione proprio nel lavoro comune andato oggi in scena, presentato in prima assoluta; cui seguirà, secondo quello che pare essere l’intendimento dei tre, un disegno artistico duraturo che verrà sviluppato da adesso in poi.

I progetti nello spettacolo e nel mondo del jazz – anche i più belli – nascono a volte quasi dal nulla, ma spesso, purtroppo finiscono velocemente: l’auspicio in questo caso, è che ciò non accada e che il sodalizio artistico del trio possa avere un successo nel tempo, ancora maggiore rispetto a quello ottenuto oggi.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *