Agenti di Polizia Penitenziaria assolti dal Tribunale di Cagliari. Cireddu: “Nessuno gli ridarà la sofferenza dovuta a due anni di attesa”

Malgrado prestassero servizio presso il carcere di Uta, gli agenti, erano stati impiegati occasionalmente per sostituire gli Agenti titolari della portineria del Provveditorato. Erano stati accusati di aver agevolato l’evasione di alcuni detenuti in regime di semilibertà che lavoravano negli Uffici del Provveditorato in viale Buoncammino. Oggi la tanto attesa assoluzione che rende merito agli onesti e professionali Poliziotti.
Lo rende noto il segretario generale della Sardegna della UIL PA Polizia Penitenziaria Michele CIREDDU che aggiunge:
“La verità e l’onestà hanno trionfato, in tempi non sospetti avevamo espresso tramite un comunicato stampa la nostra convinzione circa l’estraneità ai fatti contestati dei nostri poliziotti, avevamo anche espresso grande fiducia nell’operato della Magistratura e finalmente dopo due anni di estenuante attesa oggi è arrivata l’assoluzione da parte del Giudice del Tribunale cagliaritano.
E’ sacrosanta la gioia che determina tale assoluzione ma nessuno purtroppo ridarà loro la sofferenza che in due anni di attesa hanno dovuto patire. Abbiamo letto commenti denigratori e tanti hanno sputato sentenze prima che la Magistratura avesse espresso la propria.
Esprimiamo quindi viva soddisfazione per il risultato odierno, ma l’Amministrazione dovrebbe riflettere e cercare soluzioni per mettere in condizioni il personale di poter svolgere il difficilissimo lavoro nelle migliori condizioni operative e logistiche.
Al personale assolto rivolgiamo i nostri auguri con la speranza di non dover più commentare tragiche vicende che vedono coinvolti i nostri Poliziotti.”

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: