Agricoltura: Argea diventa organismo pagatore per l’erogazione degli aiuti

L’Argea (Agenzia regionale per la gestione ed erogazione degli aiuti in agricoltura) ha ottenuto recentemente dal Ministero, il riconoscimento di organismo pagatore dei fondi agricoli Feaga e Feasr per la Sardegna ed acquisisce quindi un nuovo importante ruolo: lo ha chiarito oggi 21 giugno a Cagliari, l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, nel corso di una tavola rotonda.

L’incertezza dei tempi di erogazione degli aiuti incide pesantemente sul bilancio delle aziende agricole sarde – ha detto l’Assessore Murgia – ed è per questo che dobbiamo costruire un organismo pagatore efficiente e organizzato per offrire tempestivi servizi alla nostra agricoltura e al nostro sistema rurale – Fin dai primi giorni del mio mandato – ha sottolineato l’Assessore – ho avuto modo di confrontarmi con le imprese agricole, le loro organizzazioni professionali e i professionisti del settore sulle difficoltà connesse alla gestione istruttoria delle domande di sostegno e sui conseguenti ritardi nell’erogazione dei pagamenti. Per mantenere economicamente vitali le loro imprese gli agricoltori sardi confidano in una tempestiva erogazione degli aiuti, soprattutto in questo periodo di difficoltà determinato da ricorrenti situazioni di crisi di mercato e da avversità climatiche che, in particolare nell’ultimo biennio, hanno determinano forti contrazioni nelle rese produttive”.


L’Assessore ha poi rilevato, come un aspetto critico sia rappresentato dalla frammentazione delle competenze tra i diversi enti regionali e nazionali che operano nel sistema dei pagamenti dei fondi agricoli europei; ecco perchè, ha proseguito: “In tal senso, l’accentramento delle responsabilità gestionali in un unico soggetto, ancorché supportato dai soggetti delegati (i Centri di assistenza agricola), può rappresentare uno strumento di semplificazione importante nel rapporto tra l’agricoltore e l’Amministrazione pubblica”.

Per questi motivi, ha concluso Murgia: “E’ necessario dare tempestiva attuazione al piano di reclutamento recentemente approvato da Argea per inserire nell’organico regionale le nuove figure professionali necessarie a consolidare le competenze già presenti nel costituendo organismo pagatore sardo, avviando altre e importanti procedure come i concorsi interni e la riclassificazione del personale regionale”.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: