America’s Cup. BRITANNIA, la barca che vola

BRITANNIA: barca al limite del design grazie alla tecnologia Mercedes F1 Applied Science.

Il nuovo AC75 da regata recentemente lanciato da INEOS TEAM UK, per la 36a America’s Cup ad Auckland, fa parlare di sé gli addetti ai lavori, per il design che ha sollevato molti punti di discussione sul molo e online.

Un elemento che ha catturato l’attenzione, è stata la forma delle lamine delle ali, i famosi innovativi foil che fanno sollevare interamente lo scafo che sollevandosi in velocità, non presenta più superficie bagnata ed addirittura vola.

I foil di recentissima progettazione sono stati consegnati ad Auckland dal quartier generale del Mercedes-AMG Petronas F1 Team a Brackley, dove la divisione Applied Science del team ha lavorato con INEOS TEAM UK per produrre alcune delle tecnologie più sofisticate mai viste in Coppa America.

Questo è stato il culmine di un progetto di dodici mesi che ha coinvolto fino a 30 membri del team di Applied Science, guidato dal direttore Graham Miller, che sono stati coinvolti nella sfida britannica e si sono dedicati a fornire e accelerare le prestazioni sull’acqua.

Nick Holroyd, Chief Designer INEOS TEAM UK ha commentato: “L’attenzione ai dettagli in Mercedes F1 è fenomenale. Anche i più piccoli dettagli di progettazione e costruzione possono rappresentare un guadagno di prestazioni piuttosto significativo e hanno conferito tale esattezza alla nostra campagna. In precedenza, abbiamo avuto la tendenza a guardare le grandi opportunità di prestazioni e come possiamo manipolarle, ma con il supporto di Mercedes F1 Applied Science siamo stati in grado di spingere ai livelli più alti e questo può essere visto in prima persona nel nostro programma di ala foil che abbiamo davvero spinto al limite ”.

Il progetto wing foil è solo un’area su cui il team di Applied Science ha lavorato con il supporto aggiunto anche ai sistemi di simulazione, produzione e controllo, portando in mare il loro know-how e le loro capacità in F1.

Miller ha aggiunto: “È stato un momento di orgoglio per l’intero team Mercedes F1 a Brackley vedere le ali che sollevavano BRITANNIA fuori dall’acqua per la prima volta. Come dice il proverbio in Coppa America ‘non c’è secondo’ e il nostro team di Applied Science nel Regno Unito e in Nuova Zelanda lavorerà fino all’ultimo giorno di gara per aiutare Ben e il team a portare a casa la Coppa per la prima volta “.

APZ

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: