Un tempo zona degradata e pericolosa, trasformata da oggi in un bellissimo parco inserito tra mare e città: apre al pubblico il primo lotto del Parco degli Anelli sul lungomare del quartiere Sant’Elia.

Si tratta di un’area verde attrezzata di 45.000 metri quadri, piantumata con oltre 500 nuovi alberi.
Il progetto affidato all’architetto paesaggista portoghese João Nunes, prevede oltre al primo lotto di oltre quattro ettari, il completamento dei lavori nei prossimi mesi, sui rimanenti diciotto ettari.

Fin d’ora è fruibile un nuovo spazio per le manifestazioni culturali all’aperto, un grande palcoscenico che guarda al mare e che garantirà già dalla prossima stagione estiva la possibilità di programmare eventi teatrali, musicali, cinematografici e letterari. 

Il progetto ha operato, salvaguardando gli elementi naturali rappresentati in primo luogo dalla collina rocciosa e dalla sua ricca macchia mediterranea e tutelando la Galleria-rifugio del Lazzaretto, antica sede ipogeica di una comunità monastica, che in tempi recenti fu utilizzata come rifugio antiaereo in occasione dei distruttivi bombardamenti su Cagliari nel 1943.

Nell’intera area verde che comprende percorsi dedicati a pedoni e ciclisti, sono stati anche ripensati e riorganizzati gli spazi dedicati al mercatino rionale all’aperto, con l’obiettivo di recuperare la antica vocazione di mercato del pescato e di altri prodotti agroalimentari della zona.
Il proseguo del progetto comprenderà anche la destinazione di un’area, anch’essa integrata nel verde, dotata di un centro servizi e infrastrutturata con impianti per gli sport da spiaggia e la costruzione di pontili che permettano un agevole accesso al mare con la riqualificazione di un tratto ancora esistente di un antico canale.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *