Autismo e solidarietà: al Lazzaretto, asta di beneficenza

L’arte per il sociale”, questo il titolo dell’evento a scopo benefico proposto ed organizzato nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 maggio, a Cagliari nella sede del “Lazzaretto” dalla Associazione Culturale Giuseppe Mazzini che si occupa attivamente di autismo e solidarietà.

Una “due giorni” di solidarietà ed arte insieme, attraverso una esposizione di opere pittoriche e fotografiche di artisti sardi tra cui: Mariano Chelo, Rene’ Rijnink, Manu Invisible, Luigi Crobu, Antonello Ottonello, Fausto Puxeddu, Francesco Cogoni, Jenny Atzeni, Sabina Murru.

I quadri e le opere in esposizione potranno essere acquistati e il ricavato sarà interamente devoluto a favore dell’Associazione “Peter Pan” per il rinnovo dei laboratori tessile, di ceramica e per l’acquisto di attrezzature per la palestra.

Collaterale alla mostra, è il convegno che vede come relatori Marco De Caris, psicologo psicoterapeuta, direttore della Cooperativa E.C.A.P. (Equipe Clinica Autismo Psicoterapia) che parlerà di Inclusione di soggetti autistici nell’età adulta; Jessica Saba, psicologa psicoterapeuta, supervisore per soggetti autistici che relazionerà sull’excursus dei trattamenti ai soggetti autistici; Marco Granata, presidente dell’Associazione Peter Pan, maestro di scuola, padre di un ragazzo con disturbo dello Spettro che parlerà delle prospettive ed auspici dalla parte delle famiglia, da genitore e presidente; Graziano Masia, presidente dell’Associazione Autismo Sardegna di Oristano padre di un ragazzo con “Disturbo dello Spettro”, si occupa di ragazzi autistici e delle problematiche relative al riconoscimento dei loro diritti come cittadini; Roberto Mura, laureato in scienze della formazione e scienze sociali, interverrà raccontando della sua esperienza all’interno degli istituti scolastici.

L’invito degli organizzatori della Associazione Mazzini, è di partecipare a questa iniziativa con una importante affluenza: chi lo farà, avrà la possibilità di scoprire non solo quali sono i progressi della scienza medica in ordine al problema autismo ed alla sua gestione, ma anche di contribuire fattivamente alla riuscita dell’iniziativa ed al miglioramento della vita di tante persone attraverso l’acquisto di una delle opere in esposizione.

Alberto Porcu Zanda

 

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *