Bandiera Blu 2019 alle spiaggie del Poetto di Quartu e Mari Pintau

Il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu, da parte della Foundation for Environmental Education (FEE), per Poetto e Mari Pintau – che confermano anche per il 2019 la loro bellezza e qualità – è arrivato con la cerimonia di premiazione, avvenuta oggi a Roma. La città di Quartu S.Elena figura anche nell’elenco degli approdi, con il porto di Marina di Capitana, confermato tra i premiati.

Quella di quest’anno, è l’edizione numero 33 per il riconoscimento delle Bandiere blu: sono 183 i comuni e a 72 gli approdi turistici premiati, per un totale di 385 spiagge. Alla cerimonia tenutasi nella sede romana del Cnr, era presente in rappresentanza dell’Amministrazione, Lucia Baire Assessore a Cultura, Tradizioni popolari, Lingua sarda, Beni culturali, Sport, Attività produttive.

Il riconoscimento non tiene conto solo della qualità dell’arenile, della qualità delle acque o il fascino della spiaggia: le varie Amministrazioni devono necessariamente incassare buoni punteggi su ben 32 indicatori, per ottenere risultati che portino ad alti punteggi ed all’ottenimento del riconoscimnero della Bandiera.

Tra gli altri fattori, sono importanti anche la gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche presenti sul territorio, la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni, nonché la regolamentazione del traffico veicolare e le certificazioni ottenute delle varie strutture turistiche presenti sul territorio.

Importantissime sono anche le analisi effettuate dall’Arpas nell’ambito del Programma nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute insieme a quello dell’Ambiente.

Siamo davvero soddisfatti di aver confermato per l’ennesimo anno questo riconoscimento – spiega l’Assessore all’Ambiente Tiziana Terrana – Significa che stiamo lavorando sulla strada giusta, anche in considerazione delle regole sempre più restrittive imposte dall’Ong per rientrare nell’elenco. Proseguiremo su questa strada nell’assoluta convinzione di amministrare un ambiente straordinario, che merita di essere valorizzato, anche per quello che può dare dal punto di vista turistico, ma sempre rispettando il territorio. Solo così potremo continuare a godere a lungo di questa importantissima risorsa”.

Forse qualcuno rimarrà sorpreso per questo ennesimo riconoscimento, non di certo noi, che nonostante e in un certo senso – anche a dispetto delle poche risorse a disposizione – lavoriamo quotidianamente per dare il massimo ai nostri cittadini e cercare di attrarre sempre più turisti, conferma il Sindaco Stefano Delunas. È la conferma del valore delle nostre acque ma anche della qualità dei servizi presenti sulla nostra costa, che andranno a progredire e a svilupparsi con l’approvazione del nuovo Piano Urbanistico del litorale. Per fare il salto di qualità anche dal punto di vista turistico bisogna trovare il giusto compromesso tra le esigenze degli imprenditori e il rispetto dell’ambiente. È appunto quello che abbiamo messo nero su bianco nelle linee di indirizzo approvate all’unanimità in Giunta. E a testimonianza della nostra massima attenzione in merito alle problematiche ambientali nelle spiagge quartesi, sono ormai prossimi due importanti provvedimenti: il divieto di utilizzo di plastica monouso in spiaggia, portando così il contributo di Quartu per contrastare il sempre più grave fenomeno dei rifiuti in mare, e lo stop al fumo, limitatamente alla fascia compresa entro gli 8 metri dalla battigia. Le limitazioni saranno presumibilmente attive su Quartu a partire dal 1 giugno”.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *