Basket Champions League – La Dinamo Sassari stacca il pass per la fase successiva

La Dinamo Banco di Sardegna ‘rulla’ anche il Sig Strasburgo per 88 a 83 e si assicura con due turni di anticipo, la sicurezza di un posto alla fase successiva della competizione europea.

Prestigioso risultato finora di nove vittorie su 12 partite nella competizione europea, ma contro lo Strasburgo non è stato facile, perchè la squadra alsaziana si è dimostrata avversaria ostica, però i sassaresi guidati da un sempre superl Dyshawn Pierre, ce l’hanno fatta anche stavolta.

Debutto in maglia Dinamo ed in Basketball Champions League per il neoacquisto Dwight Coleby; coach Pozzecco recupera anche Dwayne Evan.

Inglis e Spissu aprono il match, il Banco corre e impone il suo ritmo di gioco, Strasburgo non può nulla nei primi minuti e la tripla di Pierre vale il 2-8. Sale l’intensità difensiva, sei punti di fila di Miki Vitali e la bomba di Spissu scrivono il +12 di metà quarto; i francesi reagiscono e torna sul parquet Dwayne Evans, la Dinamo in questa fase pasticcia un po’, poi sul finale riprende a comandare: il finale di primo quarto è tutto sassarese, al 10’ è 13-28.

Nel secondo quarto Vitali si dimostra mortifero dall’arco, aumenta il divario tra le due squadre, il tap-in di Bilan vale il nuovo massimo vantaggio, +16 dopo 14’ (20-36).

Alti e bassi: la Dinamo rallenta, lo Strasburgo si dispone a zona e la cosa sembra funzionare perchè il parziale a favore è di 10-0; timeout sassarese e Devecchi in campo per riequilibrare la difesa; tuttavia i padroni di casa impattano e si portano a -2: nel momento più difficile arriva la tripla di Spissu chiude il parziale di 14-0 (34-39).

Nei minuti finali della seconda frazione, ancora una volta Vitali con i tiri dall’arco risolve la situazione anche se Strasburgo mantiene il contatto; al 20’ il risultato è 42-46.

Dopo il riposo Strasburgo ancora insiste con la difesa a zona e trova con York la parità sul 47-47. La squadra sarda fatica ad aggirare la difesa avversaria schierata, ma non perde lucidità, fa girare palla fino a trovare la giusta soluzione offensiva rimane lucida in attacco.

Pierre ancora una volta è fondamentale per punti, assist e rimbalzi; Stefano Gentile firma il +10 ed al 30’ il risultato si ferma sul 58-68.

Nell’ultima frazione Coleby torna sul parquet, Gentile e Pierre tirano alla grande, contrariamente a Jerrells che – oggi in serata no al tiro (0/7) – si dedica a smazzare assist ai compagni.

Due triple francesi sul finale riaccendono il match: gli alsaziani difendono forte e con il solito York tentano il tutto per tutto (79-86); negli ultimi cento secondi insidiosissimi, Pierre sbaglia la tripla decisiva, Strasburgo commette fallo per fermare il tempo ma è troppo tardi con Spissu dalla lunetta che sigilla il risultato sul 88-83.

I tabellini: SIG Strasburgo/Dinamo Banco di Sardegna (83-88) – Parziali: 13-28, 29-18, 16-22, 25-20 – Progressivi: 13-28, 42-46, 58-68-83-88

SIG Strasburgo: Reynolds 8, Serron 2, Inglis 12, Nzeulie 11, Scrubb 8, Dallo 2, Tchicamboud 2, Miyem ne, Traorè 11, York 21, Parakhouski 6. Allenatore – Collet

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 16, Bilan 15, Bucarelli ne, Devecchi, Sorokas 5, Evans 8, Magro ne, Pierre 17, Gentile 9, Coleby 1,  Vitali 17, Jerrells. Allenatore – Pozzecco

Arbitri: Boris Krejic (SLO) – Sasa Maricic (SRB) – Marek Kukelcik (SVK)

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: