Berlusconi riesce a far incavolare Renzi e non nasconde la paura per i 5stelle

0 0
Read Time:4 Minute, 24 Second

Silvio Berlusconi torna dopo mesi di assenza in tv e, nella puntata di Porta a Porta fa chiarezza dei suoi rapporti con Matteo Renzi. Intervistato si sofferma sul patto del Nazareno raccontando che, una delle parti decisive dell’accordo, riguardava la modifica della legge Severino”. Secondo il leader di Forza Italia si sarebbe dovuto mettere mano alla normativa che di fatto ha estromesso l’ex premier dal Parlamento e ne ha sancito l’incandidabilità: “Ha mancato di rispetto alla parola data e questa è stata una cosa molto grave. Il patto con lui era quello di ridarmi l’agibilità politica dopo la condanna. Ma ciò non è avvenuto”. Poi ha precisato che la grazia da parte del presidente della Repubblica, nonostante le voci degli ultimi mesi, non era invece prevista. Immediata e secca la smentita del Pd. “Berlusconi preoccupa – dice il vicesegretario dem Guerini – oltre a sbagliare le piazze e infilarsi in quelle della Lega, sbaglia anche i patti, non so se apposta o perché le cose cominciano a sfuggirgli. Nessun Nazareno prevedeva modifiche alla Severino, il tentativo di intorbidare le acque, se non è una amnesia, è smaccato e puerile”. Alla fine arriva anche la dichiarazione del presidente del Consiglio Renzi: “Forse è una delle sue barzellette ma non fa ridere. Io non gli ho mai promesso una modifica della Severino. Probabilmente si confonde con l’altro Matteo”.renzi e la mummia resuscitata

Critiche a Mattarella, poco incisivo Sul Colle fa sapere: “Mattarella non l’ho incontrato quindi non posso dare dei giudizi, ma fino ad ora non ha dato segni incisivi”. L’ex Cavaliere si sofferma sulla leadership nel centrodestra spiegando che c’è ancora tempo per qualsisasi soluzione. Ma, ammette, è molto importante che il centrodestra si ricompatti e faccia opposizione in Parlamento insieme. “Poi, nel tempo si troverà anche il nuovo leader da presentare come candidato premier alle prossime elezioni politiche”. Durante la trasmissione televisiva c’è tempo per un errore, un lapsus freudiano di Berlusconi che afferma: “Nel centrodestra di nuovo unito Matteo Renzi porterà la grinta”. Quando Bruno Vespa gli fa notare l’errore, il fondatore di Forza Italia si corregge con una battuta. Ironizza e chiosa: “Matteo Salvini. Si vede che è da molto tempo che non vengo in tv”.

Il lapsus, scambia il premier per Salvini “Nel centrodestra di nuovo unito – dice l’ex Cavaliere Matteo Renzi porterà la grinta”. Quando Vespa gli fa notare l’errore, il fondatore di Fi si corregge e scherza: “Matteo Salvini – ripete – Si vede che è da molto tempo che non vengo in tv”.

Sulle primarie “Vediamo. Le primarie sono la risoluzione finale quando non si trova qualcuno con l’accordo di tutti”. Berlusconi parla della possibilità di ricorrere alle primarie del centrodestra per la scelta del candidato premier. “Spero che possa emergere una leadership con l’accordo di tutti e che questa leadership si imponga con la sua personalità. Trovare un presidente del Consiglio non è una cosa semplice”.

La corsa al Campidoglio Sul futuro politico della Capitale l’ex premier spiega che i tempi non sono ancora maturi. “Adesso vediamo, dobbiamo trovarci attorno a un tavolo”. Ma si sofferma sulla possibile candidatura di Giorgia Meloni. “Quanto ad Alfio Marchini, esprimersi è prematuro. Il nome del candidato verrà fuori dall’accordo di tutti”. Infine, sulla presunta investitura di Osvaldo Napoli a candidato sindaco di Torino, il leader di Forza Italia smentisce: “No, non è così, incontrando ieri i coordinatori non ho fatto nessun nome di candidati”.

Il pericolo del MoVimento 5 Stelle Berlusconi paragona il pericolo di una vittoria pentastellata nelle prossime elezioni a quella, disinnescata da Forza Italia nel 1994 contro la gioiosa macchina da guerra guidata da Achille Occhetto. Ritiene anzi che la situazione attuale sia “ancor più pericolosa” perché i sondaggi dicono che al ballottaggio andrebbero il Pd e i Cinque Stelle e che vincerebbero i Cinque Stelle. Sarebbe un pericolo grave per gli italiani e l’Italia”.

Berlusconi: “Merkel ha qualcosa da farsi perdonare” “Al congresso del Ppe a Madrid il Cav spiega di aver ricevuto un’accoglienza di festa. “Ottime impressioni su tutti i leader, Angela Merkel compresa. È andata bene con la cancelliera tedesca perchè ho sempre avuto un rapporto cordiale con Angela Merkel: non ero io a dovermi far perdonare qualcosa, era lei che casomai ha qualcosa da farsi perdonare”. Torna sul suo rapporto con la cancelliera tedesca e assicura: “La famosa frase offensiva non era in quella intercettazione telefonica dove si diceva dovesse essere. Ma cosa ha da farsi perdonare Angela Merkel? Nel 2011 la banca centrale tedesca ha dato ordine a tutte le banche tedesche di vendere i titoli del debito pubblico italiano facendo salire lo spread e da lì, ribadisce ancora una volta Berlusconi, si è arrivati al successivo colpo di Stato che ha portato al governo Monti”.

Sulla riduzione del fisco Chiude parlando della Manovra del governo e della riduzione del peso fiscale. C’è tempo per un’ultima risposta alle domande di Vespa sulla eventuale disponibilità di Forza Italia a votare l’eliminazione della Tasi. Berlusconi è certo: “Voteremmo sì”. Del resto, ricorda, “Renzi sta copiando il nostro programma, ma lo sta facendo male”. E poi, “bisogna vedere se la sinistra in Parlamento lo seguirà”. Il giudizio sulla legge di Stabilità è però complessivamente negativo, perché dice “Renzi ha annunciato di voler abrogare la tassa sulla casa, ma lo fa senza tagliare la spesa pubblica e aumentando il debito”.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: