Boldrini e Grasso si offrono al M5S:”noi indispensabili per stabilità”

Boldrini e Grasso col loro partitino offrono collaborazione ai Cinquestelle, il tavolo Pd-M5S dà qualche speranza di sopravvivenza agli esponenti di

Leu, anche loro sonoramente sconfitti alle elezioni. Esclusi per incompatibilità politiche conclamate nei confronti del centrodestra, ora che 5Stelle e Dem si mandano messaggi di dialogo, i parlamentari di Grasso e della Boldrini cercano di ritagliarsi un ruolo, in special modo al Senato. Lo ha sottolineato in un’intervista all’Adnkronos, il capogruppo Leu alla Camera Federico Fornaro, rimarcando la complicata navigazione che un governo sorretto – almeno sulla carta – da una maggioranza di 161 senatori (109 Cinquestelle e 52 dem), potrebbe incontrare nel corso della legislatura. Il supporto di Leu che a Palazzo Madama ha quattro rappresentanti, potrebbe risultare utile (insieme a quello dei senatori delle Autonomie e del Misto): «Lo abbiamo ribadito in tutte le occasioni, dopo il 4 di marzo: Leu era, è e sarà disponibile a un confronto programmatico, partendo dall’emergenza lavoro, dalla tutela della sanità e della scuola pubblica, da un piano straordinario di investimenti. Partendo da questi presupposti noi abbiamo sempre detto di essere pronti al confronto. Vedremo se questa opportunità che mettiamo a disposizione verrà presa in considerazione. Noi siamo pronti». La convergenza tra Pd e M5S per adesso resta nel campo delle ipotesi. Fornaro infatti ha sottolineato che «bisogna capire cosa farà Renzi e come si comporterà la sua maggioranza. Se nel Pd prevale la logica renziana, l’impasse si trasformerebbe in una crisi, ulteriormente acuita dal fatto che sulla carta non ci sono altre maggioranze autosufficienti». Più in generale, sullo stallo il capogruppo di Leu ha ricordato che «non tutti si sono resi conto che siamo in una democrazia parlamentare, in cui la ricerca delle alleanze è la regola e non l’eccezione».

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *