Botti di fine anno. Dilaniata la mano ad un ragazzo nel Milanese, 37 feriti nel Napoletano

Nel Milanese, a Cesate, un ragazzo è rimasto gravemente ferito per l’esplosione di un petardo utilizzato per festeggiare il Capodanno. Il giovane era in strada, ha riportato un’ustione al volto, ma le ferite più gravi sono alla mano des

 

tra, ha perso un dito, mentre la sinistra è stata dilaniata dall’esplosione.

37 i feriti provocati dai botti nella provincia di Napoli, uno in meno rispetto all’anno scorso, anche tre minori di 17, 12 e 11 anni e mezzo. Il dodicenne, in particolare, è stato ricoverato per un trauma da scoppio di petardo alla mano destra, con una prognosi di 30 giorni. Sempre a Napoli, un’ambulanza del 118 è stata colpita da alcuni petardi e botti, lanciati da ignoti.

I vigili del fuoco hanno effettuato 658 interventi, nel 2017 furono 519. Anche quest’anno il numero maggiore di operazioni in Lazio (171 contro 114 l’anno scorso). Seguono la Lombardia con 88, la Campania con 86, l’Emilia Romagna con 76 e la Toscana con 52.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *