Cagliari. All’ospedale Binaghi gli elettrodi che ‘spengono’ il dolore cronico: la Scrambler Therapy

0 0
Read Time:1 Minute, 0 Second

Il dolore è un segnale di allarme che avverte il cervello in caso di problemi. Sentire dolore è utile al nostro organismo per difendersi da traumi, per proteggersi e per facilitare la guarigione. Ci sono volte però in cui il dolore è troppo: è il caso del dolore cronico, in cui questo ‘segnale di allarme’ non si spegne mai e diventa esso stesso una malattia. Esistono però dei mini elettrodi che ‘ingannano’ il cervello e sono capaci di trasmettergli un messaggio di ‘non dolore’: questa tecnica si chiama Scrambler Therapy, ed è una terapia mininvasiva che rappresenta una nuova opportunità per contrastare proprio il dolore cronico, compreso quello di origine oncologica. A raccontarci questa terapia è il Dott. Tomaso Cocco e la D.ssa Laura Fei, terapisti del dolore presso la SSD Terapia Del Dolore dell’ospedale Binaghi dì Cagliari.

L’effetto analgesico è immediato. Inoltre, così come il dolore cronico rimodella i circuiti neuronali e crea ‘circoli viziosi’ che amplificano la sofferenza, la ripetizione della Scrambler Therapy con un ciclo completo di dieci sedute può rimodellare a sua volta questi circuiti sensoriali alterati, permettendo di ridurre l’iper-sensibilità al dolore. L’unico ospedale in Sardegna ad avere la Scrambley

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: