Cagliari. Esonerato Rastelli, ora serve una scossa

0 0
Read Time:1 Minute, 23 Second

Il Cagliari Calcio ha comunicato di avere sollevato Massimo Rastelli dalla guida tecnica della prima squadra. Era nell’aria dopo i risultati negativi delle ultime quattro giornate e come succede nel mondo del pallone

l’allenatore è il primo a pagare per colpe che non sono solo sue. E’ ovvio che in una situazione del genere l’ambiente abbia bisogno di una scossa. Il concetto è chiaro si è arrivati al punto di utilizzare l’elettroshock per vedere se la squadra da ancora segni di vita. Mi rattrista il fatto che si è arrivati sino a rischiare di vedere l’anno prossimo un derby tutto sardo con l’Olbia in cadetteria. Da tifoso del Cagliari, fiero di aver pianto di gioia per lo scudetto del 1970, mi auguro con tutto il cuore che questi brutti momenti vengano presto dimenticati e che il Cagliari possa avere quanto prima una classifica più tranquilla per merito suo non perchè c’è qualcuno che punti non ne fa proprio. Quanto a  Rastelli è vero che non è mai stato tanto amato gran parte della tifoseria e poco anche da noi giornalisti, (In tribuna stampa erano sempre scintille) ma ha lasciato un’impronta positiva nella storia del Cagliari e sarebbe poco corretto mettere in evidenza solo i suoi limiti e sminuire i risultati ottenuti alla guida del Cagliari. Lascia con l’onore delle armi e come riporta il comunicato del Cagliari Calcio “A Rastelli vanno i ringraziamenti per il lavoro svolto in oltre due anni con professionalità e passione. Protagonista nella vittoria del campionato di serie B e nel raggiungimento dell’undicesimo posto della passata stagione, a lui il più sentito in bocca al lupo per il prosieguo della carriera.”

Giorgio Lecis

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: