Caos Francia. E’ la volta buona che l’UE si ribalta se punta i piedi sulla manovra italiana

La rivolta dei francesi potrebbe essere un virus contagioso, lo è già per il Belgio e si vedono i primi sintomi in Olanda. La stabilità della stessa Europa dei burocrati è molto in dubbio. La Francia

è il paese che pesa di più dopo la Germania e gli scossoni di questi giorni di scontri, che rasentano la guerra civile, fanno traballare l’impalcatura di un’Europa fragile e con un consenso popolare sempre più in calo, con i cosiddetti populisti e antieuropeisti che avanzano in tutto il continente. L’Italia, dopo il braccio di ferro, si prepara alla battaglia finale con l’Europa sulla manovra. Il testo subirà delle modifiche, ma il governo manda un messaggio chiaro a Bruxelles: “Io penso che sia un percorso, io sono quello che sono, rimango quello che ero prima di essere ministro e non cambio. Credo che gli italiani ci stiano premiando per la coerenza. È chiaro che se vado a Bruxelles e faccio due passi in avanti e mi mettono due dita negli occhi, non è un affronto al governo ma agli italiani. Vogliamo scene come quelle di Parigi? Mi rifiuto di pensare che a Bruxelles per uno zero virgola mandino commissari e sanzioni” afferma Salvini. Di certo il nodo pensioni è uno di quelli che pesano di più sulla manovra. Il superamento della Fornero è stato più volte criticato da Bruxelles, ma nessuno farà passi indietro su Quota 100.

Il Vicepremier leghista poi frena le voci circolate nelle scorse settimane sullo spauracchio di una patrimoniale che Bruxelles gradirebbe moltissimo: “È la cosa più lontana dall’idea della Lega. E è così anche per i nostri alleati di governo”. Infine ribadisce la sua fermezza nel duello con l’Europa: “Prima viene il Paese e poi la critica politica: ci si può dividere sulle leggi, ma se andassimo a Bruxelles a trattare uniti saremmo una potenza. Spero ci rispettino come Paese, siamo un Paese fondatore”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *