Capitale Europea della Sostenibilità, Cagliari unica candidata italiana

Budapest (Ungheria), Dijon (Francia), Lahti (Finlandia), Lille (Francia), Skopje (Macedonia), Strasburgo (Francia), Tirana (Albania) e Vasteras (Svezia). E’ con queste città che Cagliari si giocherà il titolo di Capitale Europea della Sostenibilità 2021.
Il prossimo passo sarà la definizione della short list delle città finaliste, in programma nell’aprile 2019, a cui seguirà l’annuncio della città vincitrice tra maggio e giugno a Oslo, Capitale Europea della Sostenibilità 2019.
Il dossier di candidatura, presentato con il sostegno dell’Università di Cagliari (Dipartimento di ingegneria ambientale e Architettura) e la Rete Gaia ed elaborato grazie anche alle indicazioni dei cittadini, di enti pubblici, di associazioni, sindacati, associazioni di categoria e della Rete delle professioni tecniche, è basato sulle azioni portate avanti negli ultimi anni sul tema della sostenibilità: dalla mobilità urbana, al risparmio nell’uso del suolo, dall’ambiente agli spazi riqualificati e restituiti ai cittadini, dall’acqua al verde pubblico, da una più efficiente gestione dei rifiuti al risparmio energetico.
L’idea di fondo è quella del confronto con città che hanno una tradizione più forte nella progettazione sostenibile per studiare nuovi modelli ma, allo stesso tempo, portare il contributo di una città al centro del Mediterraneo in grado di crescere in Europa con le proprie esperienze e specificità.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *