Caserta. Entra in cartoleria e uccide moglie e cognata, poi si suicida

Caserta. È entrato armato nella cartoleria dove c’erano la moglie e una parente. E ha iniziato a sparare verso le due donne. Poi, con la stessa arma, si è suicidato. Il duplice omicidio è avvenuto questo pomeriggio in via Roma a Vairano Patenora, un paesino in provincia di Caserta. A sparare un maresciallo della Guardia di Finanza, Marcello De Prata di 52 anni, che lavora al porto di Napoli. Il militare ha anche ferito i due suoceri, che non sono in pericolo di vita ma comunque in gravi condizioni all’ospedale di Caserta. Le vittime – la moglie insegnante, Antonella Laurenza di 45 anni, e sua sorella Rosanna di 43- sono invece morte sul colpo. I carabinieri sono intervenuti sul posto, tentando di prestare soccorso all’uomo che però era già morto.

Come riporta “Il corroere del mezzogiorno”, alla base della strage ci sarebbero questioni legate alla separazione dei coniugi. Il finanziere, appena entrato nella cartoleria, ha scaricato 15 colpi con la pistola d’ordinanza contro moglie e parenti. La coppia ha una figlia ventenne e un figlio di 14 anni. La cognata dell’omicida aveva invece un figlio.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: