CLab, sfida finale per i migliori progetti di impresa e contaminazione

Cagliari. Lunedì 13 maggio, alle 10.30, la sala consiglio del rettorato – via Università, n. 40 – ospita la conferenza stampa di presentazione della finale regionale della sesta edizione del Contamination Lab dell’università di Cagliari, in programma al Teatro Massimo venerdì 17 maggio alle 17. Al Clab 2018 hanno preso parte 120 allievi. Intanto, cresce l’attesa per il testimonial dell’edizione 2018. Alla presentazione dell’evento prendono parte il rettore Maria Del Zompo, la responsabile scientifica e pro rettore per l’Innovazione, Maria Chiara Di Guardo. Ospiti speciali della conferenza e partner insostituibili della finale della #06edizione del Contamination Lab UniCa.

Il CLab di UniCa – percorso teso a costruire e indirizzare alla cultura d’impresa – è stato premiato dal Mise (Ministero sviluppo economico) che lo ha nominato capofila del network nazionale e ritenuto format ideale nell’ambito della formazione avanzata. Nato nel 2013, su sollecitazione del Miur (ministero istruzione, università e ricerca) e del Mise, il Contamination Lab è ritenuto l’evento più importante in Sardegna. Un appuntamento che mette a confronto idee imprenditoriali innovative di studenti e neolaureati e le fa incontrare con investitori, imprenditori, esperti e operatori finanziari. La giornata conclusiva ha visto crescere negli anni la partecipazione della popolazione locale interessata alle tematiche di impresa e startup e non solo, divenendo un vero e proprio appuntamento annuale del territorio.

Durante la finale i team ammessi alla finale avranno sette minuti ciascuno per presentare la propria idea imprenditoriale e convincere i giurati che assegneranno loro premi in denaro e servizi. La giuria che valuterà i pitch è composta da investitori, giornalisti specializzati, operatori del mondo della finanza e rappresentanti di imprese multinazionali. Sono giunti in finale Bacfarm (Giulia Guadalupi, Samuele Antonio Gaviano e Davide Emilio Lobina), Bio-NK (Nicoletta Sainas, Elias Manca e Francesca Pischedda), ReGenFix (Emma Cocco, Andrea Murru, Michele Francesco Meloni e Alessia Mereu), Relaxis (Anna Maria, Rowena Corona, Elisabetta Secchi e Piergiacomo Tedde), Threas (Daniela Pulvirenti, Emanuele Addari, Valeria Aresu e Alessandro Corona) e Wildeey (Carla Carboni, Matteo Lazzaro Dessì, Elena Marcias ed Eros Quesada).

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *