Commissario alla sanità in Calabria: “La mascherina non serve a un c….”

Giuseppe Zuccatelli è il nuovo commissario alla Sanità in Calabria, nominato in fretta e furia dal Consiglio dei ministri dopo le polemiche sull’intervista a Saverio Cotticelli, in cui era emerso che l’ormai ex commissario non sapesse che toccasse a lui predisporre il piano anti-Covid nella Regione. Fin qui tutto ok non fosse per un video, diventato virale in cui Zuccatelli esprime la sua idea sulle mascherine: “La mascherina non serve a un cazzo”, afferma.

Zuccatelli è commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro e del Policlinico universitario Mater Domini, sempre nel capoluogo calabrese. Non è chiaro quando sia stato girato il video che sta scatenando le polemiche sui social. Nel filmato dice: “La mascherina non serve a un cazzo. Sapete cosa serve? La distanza. Per beccarti il virus, se io fossi positivo, tu devi stare con me e baciarmi per 15 minuti con la lingua in bocca altrimenti non te lo becchi il virus. Il virus si becca solo se le gocce di saliva ti arrivano per 15/20 minuti addosso”.

Ieri tutti i calabresi, rigorosamente chiusi in casa in ossequio alle restrittive norme sul lockdown, attendevano l’importante scelta del Governo Conte convocato in via straordinaria di sabato sera per la sostituzione di Cotticelli. Tutti si aspettavano un nome importante. Invece no, il Governo ha partorito l’ennesima mortificazione per i calabresi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: