Consultazioni, Salvini: “La via maestra non possono essere giochini di palazzo”

La Lega  di Salvini è stata il quarto partito a presentarsi oggi al Quirinale per le consultazioni con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Matteo Salvini ha guidato la delegazione della Lega, affiancato dai due capigruppo Riccardo Molinari (Camera) e Massimiliano Romeo (Senato).

Cosa ha detto Salvini in sintesi: “Abbiamo ribadito che i troppi no hanno portato alla fine di questa esperienza di governo che tante cose buone ha fatto. Oggi la via maestra non possono essere giochini di palazzo. Sono e dovrebbero essere le elezioni. Nessuno dovrebbe avere paura del giudizio del popolo. In questi giorni abbiamo letto che alcuni dei no sarebbero diventati dei sì e che in casa M5S ci sarebbero parlamentari che sosterrebbero una manovra coraggiosa, espansiva e importante e che scongiurerebbe l’aumento dell’Iva. Evidentemente aver scoperchiato il vaso è servito. L’unico collante tra Pd e M5S sarebbe il contro: contro Salvini, contro il decreto sicurezza, contro la flat tax, contro Quota 100. Se qualcuno mi dice: ragioniamo perché dei no diventano sì, miglioriamo la squadra, diamoci un obiettivo non contro ma per, io ho sempre detto che sono un uomo concreto. non porto rancore, non guardo mai indietro ma avanti”.

Video Consultazioni – Gruppi Parlamentari “Lega – Salvini Premier” del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati – 

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *