Controlli della Finanza su esenzioni  ticket e contributi per le  borse di studio

Le Fiamme Gialle di Cagliari, Sarroch e Sanluri hanno individuato otto persone  che hanno indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settori sanitario e scolastico.
La Finanza ha controllato le agevolazioni previste per coloro che versano in condizioni di difficoltà economica e per i quali sono previste delle provvidenze pubbliche di sostegno: è stata quindi verificata la corrispondenza tra quanto dichiarato con autocertificazione riguardo la consistenza reddituale e quanto censito dalle banche dati. L’esito di tale verifiche ha fatto emergere che i richiedenti l’agevolazione avevano falsamente attestato una situazione reddituale inferiore al reale, potendo così beneficiare degli aiuti pubblici. Nello specifico, a Cagliari e a Sanluri i Finanzieri hanno constatato, in due distinte circostanze, che le autocertificazioni presentate per l’ottenimento di borse di studio non erano corrispondenti alla reale posizione reddituale e patrimoniale dei richiedenti: è stato così’ possibile accertare l’indebita percezione di contributi allo studio per complessivi  2.451 euro. Per i soggetti che hanno presentato le false dichiarazioni è scattata una sanzione pari al triplo del beneficio conseguito.
A Cagliari, Quartu S. Elena, Monserrato, Sarroch e Capoterra, invece, le Fiamme Gialle hanno constatato, in sei casi, che coloro i quali avevano presentato documentazione per ottenere l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario, in realtà versavano in una situazione economica non rientrante nei parametri per cui è prevista la concessione del beneficio pubblico: l’importo indebitamente percepito ammonta a complessivi  1.720 euro, la sanzione comminata  tra i 5.164 e 25.822 euro.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *