Coronavirus, morto il primo italiano. Il ministro Speranza: “Anche in Veneto misure restrittive”

E’ morto all’ospedale di Schiavonia (Padova) uno dei due pazienti positivi al coronavirus. Lo ha confermato il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia.  Si tratta di Adriano Trevisan, 78 anni,  in pensione, era ricoverato già da una decina di giorni per precedenti patologie. E’ la prima vittima italiana. L’uomo ex titolare di una piccola impresa edile, aveva tre figli, una delle quali era stata sindaco di Vo’ Euganeo.

Ministro Speranza: “Anche in Veneto misure restrittive Anche per le zone del Veneto dove risiedevano i due anziani scatteranno delle misure restrittive come quelle previste per il lodigiano. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza al termine della riunione alla Protezione civile. “L’obiettivo è contenere in aree geografiche limitate l’epidemia”, ha spiegato il ministro sottolineando che i provvedimenti ricalcheranno quelli già attuati per i 10 Comuni in provincia di Lodi. 

L’ospedale Schiavonia, dove sono stati ricoverati i due contagiati, sarà svuotato e sanificato. Lo ha annunciato il presidente del Veneto Zaia. “Andiamo gradualmente a svuotare l’ospedale, in maniera tale da sanificare il tutto”, ha affermato. Intanto, però, a quanto pare molti del tamponi effettuati a pazienti e personale della struttura arebbero risultati positivi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: