Covid. Primo vaccino italiano in compresse

0 0
Read Time:59 Second

Primo vaccino italiano in compresse, sviluppato dalla Nextbiomics, spin-off dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

La società ha depositato domanda di brevetto per un vaccino batterico contro Covid-19 da somministrare per via orale. Vaccino che si differenzia dagli altri perché non necessita di iniezione, non utilizza un vettore virale come l’Adenovirus e sfrutta la capacità di “Escherichia Coli Nissle 1917”, un probiotico in grado di esprimere la proteina Spike del virus per modulare la risposta immune.

“I dati preclinici condotti su modello murino – aggiunge Giuseppe Esposito, Professore di Farmacologia presso la Università Sapienza di Roma, Responsabile scientifico e socio co-fondatore di Nextbiomics – dimostrano che la somministrazione per 5 giorni a settimana, per un totale di 17 settimane, di Escherichia Coli Nissle 1917 ingegnerizzato è stata in grado di stimolare significativamente la risposta immune, con la produzione di anticorpi circolanti di tipo IgM e IgG, senza che fosse documentato alcun effetto collaterale e/o avverso”. Un dato ancor più interessante è la capacità del vaccino di stimolare l’Immunoglobulina di tipo A, un anticorpo che svolge un ruolo cruciale a livello mucosale, intestinale e bronchiale, “garantendo un’ulteriore protezione nei confronti dell’infezione da Covid-19”. 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: