Si sono svolti il 27 gennaio 2019 a Cracovia i sorteggi per gli europei di calcio delle nazioni e dei popoli aderenti a CONIFA, la federazione alternativa alla FIFA.

Anche la Sardegna da quest’anno ne fa parte e tramite una rappresentanza composta dal Presidente della FINS Gabrielli Cossu, il vicepresidente Franco Contu, il Segretario Massimeddu Cireddu, la responsabile marketing Stefania Campus, il CT della Nazionale Sarda Bernardo Mereu e il responsabile delle pubbliche relazioni Mattia Dessì ha partecipato a questo evento.

La Sardegna gareggerà nel gruppo 3 insieme alla Padania e il Donetsk, una repubblica nata nel 2014 nell’est dell’Ucraina. L’edizione 2019 degli europei si svolgeranno nella repubblica di Artsakh, nel Caucaso. La sfida sarà tra dodici squadre divise in quattro gruppi. Nel primo gruppo, oltre al paese ospitante ci saranno il Sápmi football team, composto dai popoli che vivono al confine tra Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia, e il team dell’Ucraina Sud orientale Luhansk. Nel secondo gruppo troviamo Chameria National Football Team, una nazionale che nasce da un popolo che vive nella penisola balcanica al confine tra Albania e Grecia che sfiderà i Nizzardi del County of Nice national football team e Abkhazia national football team, la squadra della repubblica che si trova tra la Georgia e la Russia.
Infine nel gruppo quattro si scontreranno Armenia dell’Ovest, Sud Ossezia e lo Székely Land football team, ossia la rappresentativa del popolo ungherese che vive nei confini della Romania.

Per la Sardegna sarà un’occasione di confronto e di conoscenza di popoli nuovi e l’occasione per portare i valori della terra sarda in luoghi fino ad ora sconosciuti alla maggior parte di noi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *