Da settembre diventano obbligatorie le comunicazioni per l’uso del contante

Partiranno da settembre le prime comunicazioni sull’uso dei contanti e da Bankitalia arrivano i chiarimenti

Con le FAQ del 22 agosto 2019 la Banca d’Italia fornisce le istruzioni utili per la comunicazione che, se entro il 15 settembre riguarderà le movimentazioni di denaro contante effettuate nel quadrimestre precedente (aprile, maggio, giugno e luglio), a regime avrà scadenza mensile.

Le comunicazioni oggettive saranno obbligatorie per tutte le movimentazioni di contanti di importo superiore a 10.000 euro nel mese, anche qualora effettuate mediante prelievi o versamenti di importo unitario dai 1.000 euro in su.

L’obbligo di segnalazione a Bankitalia terrà in considerazione non tanto il singolo conto bensì l’intestatario. Così sarà ad esempio nel caso di soggetti titolari di due conti corrente e che nel mese di riferimento superano la soglia di 10.000 euro.

Uso dei contanti, da Bankitalia chiarimenti su controlli e comunicazioni oggettive

È nelle prime FAQ pubblicate il 22 agosto 2019 che Bankitalia chiarisce il perimetro dei nuovi controlli che, a partire da settembre, avranno ad oggetto le movimentazioni di denaro contante.

Si tratta delle comunicazione oggettive previste dalla normativa antiriciclaggio, rese operative dal provvedimento dello scorso 28 marzo.

I limiti relativi all’uso del contante sopra i quali possono scatterà l’obbligo di comunicazione da parte di istituti bancari e postali sono fissati a 10.000 euro mensili, ma oggetto di attenzione saranno anche i versamenti o i prelievi di somme singolarmente pari a 1.000 euro.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *