Dicaar. Fucina di talenti, una nuova leva di ingegneri-architetti-urbanisti che si afferma anche oltre Tirreno

0 0
Read Time:2 Minute, 36 Second

Il  Dicaar, Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura dell’Università di Cagliari, diretto da Antonello Sanna, sforna specialisti che si impongono anche su scala internazionale. Cinque giovani architetti vincono il Premio di pregio in Austria per il Masterplan da duecentomila metri quadri firmato da Carlo Pisano, Simone Langiu, Lorenzo Ciccu, Elisabetta Sanna e Roberta Serra

Dalla facoltà di Ingegneria alle sfide internazionali. La presentazione più efficace del team maturato al Dicaar (Dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura) la firma Antonello Sanna: “Giovani e brillanti intelligenze sarde, laureatesi nel nostro ateneo, che si affermano in giro per il mondo”. Di fatto, il Premio del concorso europeo per giovani architetti tenutosi a Linz (Austria) lo portano a casa con il progetto “Rock the block” cinque specialisti che coniugano architettura e urbanistica. Carlo Pisano, Simone Langiu, Lorenzo Ciccu, Elisabetta Sanna e Roberta Serra rappresentano lo spot ideale per la facoltà di Ingegneria, il Dipartimento e la scuola di architettura. Di fatto, un gol per l’Università di Cagliari.

 Il Premio Europan per un Masterplan da duecentomila metri quadri. Il quintetto ha conquistato i giurati vincendo a Linz lo scorso dicembre il prestigioso concorso biennale europeo di progettazione Europan 14 per un Masterplan di quasi duecento mila metri quadri e l’incarico per la pianificazione attuativa. “Il progetto prevede la realizzazione di un quartiere innovativo, in cui alle funzioni terziarie e residenziali è affiancata una quota di produttivo ad alto contenuto tecnologico. Il Masterplan – spiega il professor Sanna, direttore del Dicaar – propone una forma urbana definita da una sequenza di spazi pubblici di alto valore urbano e architettonico. Si tratta di un importante successo per il gruppo di giovani progettisti sardi, ma anche per l’intera scuola di architettura di Cagliari, che sta formando una leva di che si è affermata nei concorsi di tutta Europa per ben cinque volte nell’ultimo decennio”.

I magnifici cinque. I vincitori del concorso, oltre alla laurea presa nella facoltà presieduta da Corrado Zoppi, hanno in comune vari incarichi e collaborazione con il Dicaar. Carlo Pisano, già assegnista di ricerca e gli architetti Simone Langiu e Lorenzo Ciccu hanno fondato il collettivo Spaziozero atelier (www.spaziozeroatelier.com). Oltre a recenti diversi successi conseguiti nei bandi e concorsi europei, spicca la vittoria di un Europan: “Un importante concorso europeo al quale abbiamo partecipato con gli architetti Elisabetta Sanna e Roberta Serra, anche loro laureatesi a Cagliari” spiega Carlo Pisano. Il quintetto ha avuto per docente e formatrice anche la professoressa Emanuela Abis: “L’intera scuola di architettura dell’ateneo è orgogliosa di poter formare figure professionali che si impongono su scenari di alto profilo”

Esperienze su Cagliari: dal Centro storico a Sant’Avendrace. Dal 2014 Carlo Pisano e Simone Langiu collaborano con il gruppo dei professori Sanna e Giorgio Peghin sulle ricerche del Piano particolareggiato del centro storico di Cagliari. E dal 2016, sempre con Antonello Sanna, e Giambattista Cocco lavorano per il Bando periferie del Consiglio dei ministri per la riqualificazione del quartiere di Sant’Avendrace. Un progetto che vede gli specialisti impegnati a supporto del Comune di Cagliari per la fase di progettazione esecutiva degli interventi.

 

 

 

 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: