Sconfitta tristissima contro la Mantova Pompea con il risultato finale di 62-77, in una gara decisamente brutta che doveva essere la svolta della tranquillità, dell’allungo in classifica verso la salvezza senza playout; rimane l’amarezza del comportamento difficile da decifrare della squadra, che ha decisamente due facce, capace di vincere in trasferta dove appare più a proprio agio (come nello scorso turno a Udine), incapace di fare altrettanto tra le mura amiche, dove finora ha vinto – incredibilmente – solo tre volte in tutto il campionato.

Gara praticamente senza storia – una delle più brutte giocate finora – eccetto qualche sprazzo di reazione, con l’Academy quasi costantemente sotto nel punteggio (fino a 20 punti), ad inseguire: poco mordente, molle, con percentuali al tiro bassissime (1 su 16 al tiro da 3) e poi con Miles che proprio in questa circostanza “ha bucato la partita” (zero canestri su azione nei primi venti minuti) e solo 8 punti in totale.

La speranza è l’ultima a morire: i cagliaritani sono in realtà ancora in corsa per una salvezza senza playout, perchè le dirette concorrenti hanno perso tutte, ma domenica c’è il match spareggio in casa contro il Bakery Piacenza, dove non si potrà sbagliare.

Cagliari Dinamo Academy – Pompea Mantova 62-77

Parziali: 17-19; 14-24; 13-16; 18-18

Cagliari Dinamo Academy: Diop 10, Janelidze 4, Miles 8, Rullo 9, Bucarelli 12, Johnson 14, Rovatti 2, Picarelli 3.

Allenatore – A. Iacozza

Pompea Mantova: Morse 19, Ghersetti 15, Raspino 15, Vencato 11, Veideman 10, Poggi 2, Metreveli, Visconti 3, Maspero 2.

Allenatore – A. Finelli

Arbitri – Pierantozzi, Nuara, Giovannetti

Alberto Porcu Zanda

 

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *