Dinamo Academy, le news della settimana prima della trasferta di Udine

Accantonata l’amara sconfitta interna di domenica scorsa con la Assigeco Piacenza, giunta per un tiro assassino da tre, coach Iacozza fornisce le news della settimana: situazione infermeria non ottimale, oltre a Matrone che sconta un problema alla mano e che salterà anche la prossima gara, ci sono problemi fisici anche per Allegretti e Johnson. Altra novità – positiva questa volta – è che Diop, l’americano Dinamo con doppio tesseramento, da ieri è di nuovo in città e si è allenato con la squadra: l’arrivo è provvidenziale per l’assetto del team e sopratutto per la tenuta complessiva del reparto lunghi che è fondamentale sotto le plance.

La Academy che domani sarà in trasferta ad Udine, si giocherà – dice Iacozza – una grande fetta di stagione: sarà come al solito una battaglia all’ultimo sangue perchè le partite al termine della stagione regolare, ormai sono solo 6 ed ora ogni passo falso può essere letale; bisognerà, in tutti i modi, cercare di fare punti con continuità per arrivare ai 22 punti necessari per continuare a sperare nella salvezza.

Le partite fondamentali quindi saranno quella di domani, quella contro Iesi, contro Bakery Piacenza e Cento, mentre con Fortitudo Bologna e Montegranaro il pronostico è impietoso e c’è poco da sperare. Finito questo “gironcino finale” prosegue Iacozza, nel ristretto numero delle squadre di fine classifica, una il 22 aprile andrà direttamente in vacanza e le altre tre si giocheranno il tutto e per tutto nei playout che – data la formula di quest’anno – saranno difficilissimi.

L’avversaria Udine, è squadra quadrata che quest’anno ha ottenuto successi importanti con compagini come Montegranaro e Fortitudo Bologna, che in casa ha perso solo una partita e che dal cambio dell’allenatore ha vinto 5 volte su 7 nelle ultime gare; l’Academy dovrà disputare un’ottima gara e migliorare sui punti deboli evidenziati nello scorso match: 20 palle perse ed il 60% sui liberi sono dati che vanno certamente migliorati; e poi c’è il discorso difesa che è la più “pulita” del campionato; coach Iacozza insiste molto sul fatto che sia necessario e doveroso iniziare a sporcare un pochino gli uno contro uno, giocare in maniera meno soft, rendendo la vita più difficile agli avversari.

Adesso occorre ritrovare un pò di fiducia ed anche – se possibile – un pizzico di fortuna che quest’anno finora non si è vista.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *