Diplomandi IED Cagliari di Interior, Product e Media Design: progetto restauro e valorizzazione degli antichi forni di Guspini

0 0
Read Time:2 Minute, 35 Second

La terraprotagonista assoluta e materia prima per il restauro e la valorizzazione degli antichi forni del pane di GuspiniUna nuova partnership per IED Cagliari con una importante azienda in Sardegna produttrice di grès porcellanato che ha coinvolto lo IED per lo sviluppo di un progetto di tesi che coinvolge alcuni studenti e studentesse dei corsi di Product, Interior e Media Design.

Il gruppo di lavoro costituito da sei diplomandi (due per ogni corso) di Interior DesignProduct e Media Designaffiancati dai rispettivi docenti IED di riferimento – Jorge Burguez, Annalisa Cocco e Gabriele Peri –  presenta una proposta di recupero e valorizzazione sia formale che funzionale degli antichi forni del pane di Guspini, con una campagna di comunicazione che comprenda un progetto di storytelling interattivo. Tra gli obiettivi principali: la riattivazione dei forni del pane per un uso collettivo e per il recupero della tradizione e del rito della panificazione, la riqualificazione degli spazi di una casa tradizionale per restituirli alla comunità e promuoverli attraverso una nuova immagine coordinata.

Una collaborazione molto significativa per IED, eccellenza internazionale che opera nel campo della formazione e della ricerca nelle discipline del Design, della Moda e delle Arti Visive, non solo per il prestigio e la professionalità dell’azienda guspinese ma soprattutto per il rispetto della storia del paese e del territorio in cui opera, di cui utilizza le materie prime per la produzione del materiale ceramico, tra tessitura, ricamo, pietre antiche, paesaggi, cultura, tradizione. “L’azienda Ceramica Mediterranea ha scelto quale sede e cuore della sua produzione un piccolo e affascinante paese come Guspini, ricco di storia e tradizioni artigianali e culturali, monumenti naturali e villaggi minerari, ma è soprattutto l’unica azienda italiana produttrice di grès porcellanato a Km zero, realizzato solo con materie prime estratte e lavorate nell’isola. È per noi quindi una occasione per collaborare con una realtà imprenditoriale importante e con un partner progettuale con cui condividiamo la visione: il rispetto per l’ambiente, la sostenibilità, l’etica del lavoro, la valorizzazione delle nostre materie prime. La Sardegna come linfa vitale dell’azienda per le loro produzioni uniche, realizzate seguendo i principi di economia circolare”, spiega Monica Scanu, direttrice IED Cagliari.

Il concept del progetto di tesi IED sarà presentato il 3 giugno dall’architetto e docente IED Jorge Burguez, in occasione della seconda edizione del convegno dal titolo “Terra Materia. Collettività Mediterranea” nella Casa a Corte, a Guspini. Un evento importante che vuole richiamare l’attenzione sul rapporto tra l‘architettura di ieri e quella attuale, per discutere della Sardegna come luogo che riflette e trae nutrimento dalla sua terra, elemento naturale in continua trasformazione e materia prima. Uno scambio tra architettura, design, arte e maestranze locali per trovare risposte attraverso molteplici competenze, esperienze e visioni, progettato e pensato da Ceramica Mediterranea, supportato dall’Ordine degli Architetti di Cagliari e dall’AIDIA Sardegna (Associazione Italiane Donne Ingegneri e Architetti), con il patrocinio del Comune di Guspini.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: