Dolianova. Scomparsi due fratelli calabresi: si indaga per omicidio

Dolianova. La Procura di Cagliari indaga per duplice omicidio sulla vicenda della scomparsa dei due fratelli calabresi Massimiliano e Davide Mirabello, rispettivamente di 35 e 40 anni. I due uomini da qualche tempo residenti a Dolianova sono usciti di casa domenica pomeriggio senza fare più ritorno. Il fascicolo è stato aperto dal sostituto procuratore di turno, Gaetano Porcu, per consentire accertamenti immediati sull’auto, una Volkswagen Polo, ritrovata bruciata ieri sera, rinvenuta non troppo distante dall’abitazione dei due fratelli, in aperta campagna. Il fascicolo per omicidio è stato aperto anche per consentire l’esame del maglione con tracce di sangue, trovato sempre vicino all’abitazione.


Una sorella dei due scomparsi, disperata chiama unionesarda.it per chiedere aiuto: “Quel pomeriggio, appena l’ho saputo da mia cognata, la compagna di Massimiliano, ho pensato che sarebbero tornati da un momento all’altro. Invece di sera ancora nulla, quindi ho sporto denuncia a Roma, dove abito con le mie sorelle”, racconta Eleonora Mirabello, che ieri mattina ha preso un aereo e si è precipitata a Dolianova. Intorno alle 15,30 di domenica, continua il racconto della sorella su unionesarda,it. “Davide è uscito di casa con la sua macchina. Al rientro è passato davanti alla casa di un signore col quale da tempo non correva buon sangue”. Una serie di litigi, il cane di Davide fatto ritrovare ammazzato davanti alla porta di casa, accuse reciproche, denunce e controdenunce. “Questo signore, al passaggio di Davide, domenica pomeriggio, ha sputato per terra in segno di disprezzo. Mio fratello ha chiamato Massimiliano che è subito uscito di casa per raggiungerlo. Questo è quanto mi ha raccontato la compagna di Massimiliano”, dice tra le lacrime Eleonora. Da quel momento non si è saputo più nulla dei due giovani. “Abbiamo provato a chiamare sul cellulare di Davide ma risultava spento”. E Massimiliano? “Lui l’aveva lasciato a casa”. Come possono sparire nel nulla “due persone con la loro auto?”, si chiede ancora Eleonora.

Come riporta l’Unione sarda, Eleonora racconta che la famiglia è originaria della Calabria. Lei e altre sorelle si sono trasferite a Roma, mentre Massimiliano è approdato a Dolianova per amore: la sua compagna è del paese. Una volta sistematosi qui, ha proposto a Davide, con un divorzio alle spalle, di raggiungerlo in Sardegna. “Lavoro si sa che non ce n’è, ma loro si davano da fare in campagna, a potare le vigne, cercando di essere indipendenti”.

 Gli investigatori e gli inquirenti mantengono la massima riservatezza su tutta la vicenda.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: