Don Pascal condannato a otto anni per violenza sessuale su minori

0 0
Read Time:1 Minute, 46 Second

Condannato don Pascal Manca, l’ex parroco di Mandas e Villamar  era accusato di violenza sessuale su minori. La sentenza  di condanna di primo grado, è  arrivata ieri dai giudici del Tribunale di Cagliari, 8 anni e misure di prevenzione che gli impediranno una volta scontata la pena di non avvicinarsi per altri dieci nei luoghi frequentati dai ragazzini. Con la sentenza di condanna pronunciata dal giudice di Cagliari Ermengarda Ferrarese, è stato ritenuto colpevole di due violenze su minori, le altre derubricate dal giudice, a solo tentativo di violenza, don  Pascal non era presente al momento  della lettura. Il giudice ha sostanzialmente accolto le richieste del P.M. Liliana Ledda, che nella requisitoria aveva chiesto 10 anni, non riconoscendo al sacerdote il vizio parziale di mente, riscontrato dai periti, secondo i quali avrebbe sofferto di un parziale vizio di mente dovuto all’uso di farmaci legati ad una patologia cronica, per la precisione soffrirebbe di un “disturbo del controllo degli impulsi” con una “ipersessualità indotta da farmaci”. Per l’accusa sarebbero  stati gli stessi farmaci che avrebbe usato per stordire le vittime prima di usargli violenza. 

La Diocesi di Cagliari appresa la notizia della condanna, ha emanato un comunicato:

stemma-diocesi-cagliari-300x300

La Diocesi di Cagliari apprende che in data odierna è stata emessa la sentenza che condanna in primo grado don Pascal Manca. Nel pieno rispetto per l’operato della magistratura, la Diocesi innanzitutto rinnova la propria vicinanza alle vittime e alle loro famiglie, come già espresso agli inizi di questa vicenda nell’aprile del 2015 e in occasione dei successivi sviluppi. Nella consapevolezza della grande generosità con cui i sacerdoti si dedicano in tanti modi all’educazione dei ragazzi e dei giovani, in questo momento la Chiesa cagliaritana si fa interprete della sofferenza di tutta la comunità cristiana e invita a intensificare, da parte di tutti, la preghiera e il cammino di conversione. Ancora una volta si sente la grande responsabilità di essere sempre più fedeli alle direttive di Papa Francesco che incessantemente chiede a tutti vigilanza e rigore nel rispettare e difendere la dignità e l’integrità dei più piccoli e dei più giovani.”

 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: