Due ambulanze a biocontenimento negli ospedali di Oristano, Ghilarza e Bosa

 Significativo passo in avanti per la sicurezza di pazienti e operatori sanitari.

Sono state consegnate ieri alla Assl di Oristano le due nuove ambulanze di biocontenimento a pressione negativa per il trasporto di pazienti Covid positivi.

I mezzi saranno destinati agli ospedali San Martino di Oristano, Delogu Ghilarza e Mastino di Bosa e serviranno a trasferire i pazienti dai diversi ospedali in condizioni di massima sicurezza per l’equipaggio.

Il sistema di biocontenimento presente nell’abitacolo dell’ambulanza è caratterizzato da ricambi d’aria ad alta frequenza irrorati costantemente da flussi d’aria sanificati dai filtri UV. Grazie alla depressurizzazione del vano sanitario, i flussi d’aria filtrati fuoriescono all’esterno evitando alte concentrazioni di cariche virali all’interno del mezzo.

Il livello di sicurezza degli operatori è accresciuto dalla pressione negativa che permette il passaggio dell’aria dal vano guida verso il vano sanitario, ma mai in senso contrario, così da evitare una possibile contaminazione del personale a bordo del veicolo.

A garantire il controllo costante dei parametri di salubrità della cellula mobile è poi un sistema di comando completamente digitalizzato: ciò consente di monitorare in tempo reale i dati provenienti dal vano sanitario dell’ambulanza riguardanti, tra gli altri, il volume d’aria trattata, il numero di ricambi d’aria, la pressione a bordo.

“L’acquisizione delle due ambulanze di biocontenimento a pressione negativa ci permette di compiere un significativo passo in avanti per la sicurezza di pazienti e operatori sanitari – spiega la direttrice della Assl di Oristano Maria Valentina Marras – e ciò è tanto più importante in un momento come questo, in cui ci troviamo a fronteggiare l’emergenza Covid”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: