Dura risposta di Erdogan a Draghi

L’antefatto è della scorsa settimana, quando il Presidente Draghi – commentando il grave episodio della mancata sedia alla presidente della commissione Ue, Ursula von der Leyen vicino ad Erdogan – durante una conferenza stampa, aveva definito il presidente turco un “dittatore di cui si ha bisogno”.

La reazione di Ankara era stata immediata, con il ministero degli Esteri turco che aveva prontamente convocato l’ambasciatore italiano, Massimo Gaiani, per una protesta ufficiale.

Oggi, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Anadolu, lo stesso presidente Erdogan ha rincarato la dose quando, a margine di un incontro con i giovani in una biblioteca della capitale, ha risposto dicendo di Draghi che: “Quello che ha fatto è una totale mancanza di tatto, una totale scortesia, una maleducazione”.

“Non è stato neanche eletto e danneggia le relazioni tra Turchia e Italia” ha soggiunto il presidente turco, definendo le parole del premier italiano impertinenti, maleducate e non equilibrate, oltre che lesive delle relazioni tra i due Paesi.

Il presidente turco ha poi concluso, ammonendo Draghi: “Prima di parlare di Erdogan in questi termini tenga bene a mente la propria storia”. Se fino a ieri i rapporti tra i due Paesi erano da alta tensione, oggi la crisi si è addirittura aggravata. Alle diplomazie ora il compito di ricucire.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: