Fasce retributive, ATS approva la graduatoria in favore di tremila dipendenti del comparto

È stata approvata questa mattina la graduatoria sulle fasce retributive che consente a circa tremila dipendenti dell’Azienda per la Tutela della Salute di ricevere l’incremento nelle progressioni economiche previsto dalla normativa. Si tratta di un risultato storico, raggiunto in seguito all’accordo siglato lo scorso quattro dicembre con le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto e con le Rsu aziendali, che oltre a valorizzare la trasparenza, la meritocrazia e l’esperienza dei lavoratori del comparto regolarizza un aspetto amministrativo che, in alcune Aree della Sardegna, era trascurato dal 2003.

L’approvazione della graduatoria è avvenuta in tempi record grazie all’ottimo lavoro svolto dagli uffici preposti e all’utilizzo del primo bando telematico. Questa procedura, mai sfruttata dalle precedenti otto Asl, ha permesso alla Direzione Aziendale dell’ATS Sardegna sia di semplificare e di uniformare il sistema di valutazione sia di eliminare le ingiustificate differenze retributive tra i dipendenti delle diverse aree.

«Mi preme ringraziare il Dipartimento Risorse Umane e il Dipartimento di Staff, coordinati rispettivamente da Luciano Oppo e Paolo Tecleme, per a celerità del lavoro svolto – afferma il Direttore Amministrativo dell’ATS Sardegna, Stefano Lorusso. Con l’approvazione di questa graduatoria l’Azienda per la Tutela della Salute azzera finalmente le iniquità retributive tra le diverse aree territoriali e crea un nuovo standard uguale per tutti i dipendenti con lo stesso inquadramento contrattuale».

L’accordo sulle fasce retributive, che in alcune regioni d’Italia ha richiesto molti anni per la sua deliberazione, nasce nel rispetto del Contratto collettivo nazionale.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: