Fp Cgil all’Ats Sardegna: “Stabilizzate le tre biologhe del Centro Trapianti”

Stabilizzare tre biologhe. E’ questa la richiesta che la Fp Cgil rivolge all’Ats e all’assessorato regionale della Sanità in seguito all’applicazione della legge Madia in altre aziende sanitarie italiane.

Le tre ricercatrici, impegnate da venti anni nel Laboratorio di Immunogenetica e immunologia dei Trapianti, dopo anni di co.co.co, attualmente svolgono le proprie ricerche con un contratto di libera professione con partita IVA.

Sebbene numerosi precedenti incontri, per le tre donne sembra permanere la seguente causa ostativa: per essere assunte per lavorare come biologhe sarebbe indispensabile l’inquadramento come dirigenti.

Si tratta di una condizione che le lavoratrici non chiedono e che il sindacato non ritiene necessario. Sarebbe infatti sufficiente utilizzare un profilo intermedio  non dirigenziale, ben individuato dal contratto collettivo: quello di collaboratore tecnico professionale, utile a far fronte alle esigenze nei settori tecnici, dove operano, appunto le tre biologhe.

Dalla Assl di Cagliari rispondono picche e nel frattempo, le attività legate al trapianto di organi e cellule staminali sono garantite 24 ore su 24 da biologhe precarie con partita iva, che fanno i turni insieme al resto del personale ma non fanno parte dell’organico stabile.

Da qui la richiesta della Fp Cgil, affinché Ats e Assessorato risolvano al più presto la situazione e diano il via libera alla procedura per la loro stabilizzazione.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *