Francesco Abate e il regalo di Natale

0 0
Read Time:1 Minute, 23 Second

libriC’è uno scrittore che ogni giorno esce di casa per andare al lavoro. E fin qui sembra tutto normale. C’è uno scrittore che ogni giorno, a Cagliari, quando esce di casa per andare al lavoro porta con sé un libro e lo regala, fino a Natale, a chi glielo chiede. E questo non è normale, questo è Francesco Abate. Un nuovo modo di vivere la lettura, un nuovo avvento letterario che si abbatte sulla città di Cagliari con forza e semplicità. Lo scrittore si aggira per la città, immortala le sue vittime con il libro in mano e ne fa una raccolta di sorrisi e buon umore. Di solito il lettore forte si identifica con una libreria zeppa di libri, prima ordinati, poi uno sull’altro quando non ci stanno più nella fila orizzontale, poi sopra la libreria, poi sopra il comodino, poi sopra la scrivania, poi in salotto e poi non c’è più spazio. Ma neanche a quel punto riesce a staccarsi dai suoi libri, neanche uno, perché ognuno gli ricorda un’emozione, una persona, un luogo. Francesco “Frisco” ha deciso invece di sfatare il mito del lettore avaro di donazioni letterarie e creare un novello Babbo Natale che non regala solo libri ma anche comunicazione, amicizia e condivisione. Ma la cosa straordinaria è che ha creato una sorta di caccia al tesoro perché i cagliaritani lo cercano, gli fanno la posta, gli tendono gli agguati e lo rincorrono per le strade del centro storico. Tutti vogliono i suoi libri e lo scrittore vuole tutti i loro sorrisi da incorniciare e impacchettare.  Il motto è: “Quest’anno adotta un libro, tanto è gratis!”.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: