‘Francesco Piu Trio’ inaugura il XIX Festival Musica sulle Bocche

Bisogna lasciarsi incantare dalla magia della musica, “perchè senza la musica, la vita sarebbe un errore”: così è stato davvero per chi era presente ieri all’entusiasmante inaugurazione del XIX Festival Musica sulle Bocche, con il blues pirotecnico di Francesco Piu.

Nella splendida Castelsardo arroccata sul mare, uno dei luoghi più caratteristici e ricchi di storia della Sardegna, lo spazio prescelto per il concerto d’inizio della manifestazione, doveva essere quello delle terrazze che guardano la Corsica, proprio sotto la rocca: peccato però che si è dovuto fare i conti con la imponderabile pioggia che (preannunciata) è arrivata proprio poco prima dell’orario previsto per il concerto.

Rapido cambio di palco e la performance del ‘Francesco Piu Trio’, ha avuto inizio intorno alle 19:30 nella sala XI, all’interno del Castello nel borgo storico dei Doria, dopo l’intervento ed i saluti del direttore artistico Enzo Favata.

Francesco Piu specialista di blues acustico, ha suonato una musica ad alto tasso emotivo – passando dalla chitarra, alla armonica, al washboard (la tavola da bucato) – per un’ora abbondante, accompagnato da due superlativi musicisti, Paolo Succu alla batteria e Bruno Piccinnu alle percussioni.

E’ stata una serata – all’insegna di una miscela esplosiva di blues, funky e rock in chiave acustica – certamente positiva per gli artisti che sono apparsi ispiratissimi, ma divertentissima anche per il pubblico, che ha apprezzato la brillante ed espressiva voce nera del bluesman sassarese: il blues targato Francesco Piu è ‘croccante’ ed infuocato e l’artista lo ha dimostrato anche ieri, trascinando letteralmente i presenti, contagiandoli a partecipare al concerto; da quel momento anche per i più compassati spettatori è stato impossibile stare fermi e via allora, tutti a ballare e ad accompagnare gli artisti battendo il ritmo con le mani.

Il Festival appena iniziato – organizzato dall’Associazione Jana Project – proseguirà per quattro giorni e fino a domenica, con un programma intenso di tredici concerti dall’alba al tramonto, in location spettacolari dove ambiente, nature e musica si fonderanno, con la presenza di nomi di rilievo della musica e del jazz mondiale; ma non solo, vi saranno anche attività collaterali, perchè, Musica sulle Bocche è una miscela culturale di eventi che prevedono laboratori per bambini e famiglie, reading, mostre e conferenze.

Il progetto Festival Musica sulle Bocche, è stato reso possibile attraverso il supporto dell’Unione Europea, della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Sport e Spettacolo e Assessorato al Turismo), del Comune di Castelsardo e della Fondazione di Sardegna. Il Festival fa parte dell’European Jazz Network, rete italiana I-Jazz, del Sardinia Jazz Network, e da quest’anno è membro dell’ATS ‘Isola del Jazz’ con i festival ‘Ai Confini tra Sardegna e Jazz’, ‘Calagonone Jazz Festival’ e ‘Time in Jazz’.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *