Furti seriali a Cagliari: arrestate due donne in trasferta da Nuoro

 Cagliari. Serata da dimenticare per due donne di origini marocchine ma residenti a Nuoro che in trasferta a Cagliari hanno deciso di fare shopping, senza pagare. L’epilogo delle loro azioni si è concretizzato quando l’addetto alla sicurezza di un noto supermercato di viale Marconi ha sorpreso le due donne, rispettivamente di 53 e 25 anni, con della merce non pagata, dopo che le stesse avevano oltrepassato le barriere antitaccheggio. L’operatore del punto vendita ha chiesto subito aiuto al 113. Gli Agenti della Squadra Volante intervenuti immediatamente hanno riscontrato che le due donne avevano asportato dei prodotti per la casa per un valore di 120 euro, nascondendoli sotto il oro abbigliamento. I poliziotti dai primi accertamenti si sono insospettiti sul fatto che le due avessero potuto avere fatto visita ad altri negozi. Per questo hanno approfondito i controlli estendendoli anche al loro veicolo. I sospetti erano più che fondati. Infatti, all’interno del cofano posteriore dell’auto sono state trovate due buste capienti con merce di vario tipo.

All’interno di una di queste vi erano altri prodotti per un valore di 300 euro che, grazie alla collaborazione della responsabile dello stesso punto vendita, tramite utilizzo di scanner, è stato accertato fossero stati anch’essi asportati dal negozio.

Non solo. Nelle altre buste vi era altra merce ancora con tanto di etichetta dei prezzi ancora applicata, relativamente alla quale i poliziotti sono riusciti a ricostruire i vari passaggi furtivi commessi dalle due donne. Gli agenti, infatti, hanno potuto constatare che diversi negozi del vicino centro commerciale di Quartucciu, erano stati saccheggiati poco prima dalle stessa coppia di donne.

Dagli immediati accertamenti compiuti dai poliziotti sono risultati rubati capi di abbigliamento per circa 1.450 euro in uno dei negozi e 180 euro in un altro, così come da un altro esercizio commerciale di  articoli per la casa erano state asportate due caffettiere ad induzione del valore complessivo di 38 euro. Per finire, in un punto vendita di borsetteria  era stato asportato un portafoglio per uomo.

Tutta la merce rinvenuta, del valore quantificato in 2.090 euro circa, fortunatamente quasi tutta riutilizzabile, è stata restituita ai responsabili dei negozi interessati.

Le due donne, di cui una con precedenti di polizia per reati analoghi, sono state arrestate per furto aggravato.

Nella mattina era prevista l’udienza di convalida.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: