Grazianeddu è libero, ritorna nella sua Orgosolo

0 0
Read Time:1 Minute, 2 Second

Graziano Mesina, è tornato in libertà dopo la condanna inflittagli dalla Corte d’Appelo di Cagliari, in attesa della sentenza di terzo grado. L’ex primula rossa del banditismo sardo era recluso nel carcere nuorese di “Badu ’e Carros” per traffico internazionale di droga, ieri mattina la decisione che lo ha rimesso in libertà: scarcerato per decorrenza dei termini Le motivazioni della sentenza d’appello non sono ancora state depositate, facendo dunque cadere la misura cautelare. Per l’ex primula rossa è stato disposto l’obbligo di firma giornaliero e non potrà uscire dalla propria abitazione dalle 22 alle 6.

Mesina era stato arrestato 6 anni fa perché ritenuto a capo dell’organizzazione e condannato a 30 anni nel processo d’appello a Cagliari nel 2018. Con l’arresto nel 2016, ha visto revocata la grazia ricevuta dal Presidente della Repubblica. Mesina è uscito dal carcere di Badu ‘e Carros accompagnato dalle sue avvocate, Maria Luisa Venier e Beatrice Goddi, per raggiungere la stazione dei carabinieri di Orgosolo.

«Quando ho commesso reati – aveva detto davanti alla Corte – me ne sono sempre fatto carico e non sono mai stato capo neppure negli anni Sessanta. Ma dopo la grazia non ho mai fatto nulla di ciò di cui vengo accusato».

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: