Iglesias. Sospeso pellegrinaggio simulacro di S. Maria di Monserrat

0 0
Read Time:3 Minute, 46 Second

Per la tutela della salute pubblica, il vescovo Giovanni Paolo comunica la sospensione del pellegrinaggio del simulacro di S. Maria di Monserrat tra Iglesias e Tratalias, previsto secondo tradizione dal giovedì precedente l’Ascensione al martedì seguente:

– Alla Comunità parrocchiale di Tratalias e a tutte le Comunità della diocesi

In questo tempo, segnato dall’esperienza drammatica della pandemia, dover rinunciare alle grandi e belle tradizioni religiose, come sta capitando anche nella nostra Chiesa diocesana, è inevitabilmente fonte di disagio e di grande sofferenza. Oltre all’impossibilità di presenziare all’Eucaristia (e non sarà ancora sufficiente l’apertura ad un piccolo numero di fedeli dal prossimo 18 maggio), si sono già dovute sospendere la dedicazione della Basilica di S. Antioco il 18 marzo, le processioni della Settimana Santa, della Messa crismale nel Giovedì santo, della Festa di S. Antioco il 27 aprile, e di altre feste patronali. Giovedì 21 maggio era previsto e atteso il pellegrinaggio del simulacro di S. Maria di Monserrat verso Tratalias, che sarebbe dovuto rientrare ad Iglesias, secondo la tradizione, martedì 24.

Concordemente con la responsabilità della Chiesa italiana, che ha accettato responsabilmente per l’attenzione dovuta alla salvaguardia della salute pubblica, mi sembra doveroso chiedere ai cristiani di Tratalias e del Sulcis il sacrificio di rinunciare momentaneamente alla possibilità di godere in questo periodo della presenza dell’immagine della Santa Regina del Sulcis nella sua chiesa storica di Tratalias. Siamo giunti a questa decisione dopo aver riflettuto attentamente con l’Amministrazione comunale di Tratalias e con le Autorità preposte all’ordine pubblico: pur con tutta la buona volontà è sembrato arduo osservare tutte le norme sanitarie prudenziali decise dai Decreti ministeriali e gestire la Festa nei giorni previsti dalla tradizione.

Dal punto di vista propriamente religioso, invito tutta la comunità ecclesiale a tenere salda la propria devozione a S. Maria di Monserrat. Il suo amore materno per noi è sicuro al di là di tutte le manifestazioni esteriori, e il nostro amore e la nostra fiducia nel suo aiuto non possono essere diminuiti dalle difficoltà di presenza fisica che ci sono imposte dalla situazione di pandemia. Si potrebbe cominciare a prevedere l’ipotesi di spostare per quest’anno il pellegrinaggio e la festa al mese di settembre, nella speranza che la situazione epidemiologica migliori. Anche se in questo periodo non possiamo esprimere pubblicamente la nostra fiducia nella B. Vergine Maria se non in modo limitato alla preghiera personale e familiare, vogliamo affidare alla sua intercessione le nostre famiglie e il nostro popolo, perché rafforzi in tutti noi la fede e la speranza nel suo Figlio, morto e risorto per noi, rinvigorisca la carità vicendevole e ci aiuti a superare tutte le difficoltà che abbiamo da affrontare, quelle direttamente legate all’epidemia e quelle relative alle insicurezze economiche e sociali che possono derivarne e che si aggiungono alla crisi che da tempo ci sta colpendo.

Vi saluto cordialmente e vi benedico tutti, affidandovi alla materna protezione di Santa –

– – – – – – – – – – – – – – – – – –

La Messa Crismale che non si è potuta celebrare Giovedì santo a causa delle misure contro la pandemia sarà celebrata sabato 30 maggio alle ore 10.00 nella cattedrale di Iglesias. Lo comunica il vescovo Giovanni Paolo in una nota diffusa stamattina:

– La Messa Crismale, prevista dalla liturgia nella data del Giovedì santo e rinviata a causa delle limitazioni sanitarie legate alla pandemia, secondo il Decreto della Congregazione per il culto divino del 19 marzo 2020 potrà essere celebrata entro la festa della Pentecoste. Nella nostra Diocesi sono giunto alla decisione di celebrarla sabato 30 maggio alle ore 10 nella chiesa cattedrale. Per le norme del Protocollo del Ministero degli Interni, accettato dalla CEI il 13 maggio 2020, purtroppo il numero dei partecipanti dovrà essere contingentato secondo l’effettiva capienza della cattedrale. Invito a partecipare alla Messa del Crisma, durante la quale saranno benedetti i Santi Oli per i Sacramenti, i presbiteri, chiamati durante il rito a rinnovare le promesse sacerdotali, i diaconi, i seminaristi, e una rappresentanza delle comunità religiose, delle associazioni laicali e delle équipe degli Uffici diocesani. Tutti coloro che saranno convocati per la partecipazione (compresi i sacerdoti, a cui chiedo di comunicare l’adesione entro il 25 c.m.) si troveranno direttamente in cattedrale alle ore 9.30. Nei prossimi giorni l’Ufficio liturgico diocesano comunicherà alcuni dettagli per la celebrazione.
Chiedo all’intera comunità diocesana di unirsi spiritualmente alla celebrazione e di pregare perché tutti i ministri e i battezzati della nostra Chiesa vivano nella fede del Signore Risorto e siano arricchiti dei doni del Suo Santo Spirito –

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: