Il CUS Cagliari sconfitto sul campo del Livorno

e assenze condizionano il CUS che a Livorno rimedia la terza sconfitta stagionale.

Non è stata una partita fortunata e nonostante le universitarie abbiano lottato per tutta la gara, le pesanti assenze di Striulli e Prosperi si sono purtoppo rivelate determinanti.

Il risultato finale è stato 54-43 a favore della squadra di casa il Jolly Acli, vittoriosa al PalaMacchia.

Delle assenze si è già detto, ma anche Niola seppure in campo non era al meglio per un problema accusato nell’allenamento di giovedì.

In queste condizioni menomate e senza due quinti del suo starting five, il CUS ci ha comunque provato, specie nella prima metà di gara.

In avvio, infatti, le rossoblù sono spesso state al comando, chiudendo al 10’ sopra di 2 lunghezze sul 16-18.

Stesso copione nel secondo periodo, con Ljubenovic e compagne costantemente in vantaggio e capaci di respingere gli attacchi di Livorno firmati Orsini e Ceccarini (25-26 al 20’).

Le cose sono cambiate nel secondo tempo: un parziale immediato di 9-0 ha permesso alle labroniche di prendere in mano l’inerzia del match, mentre il CUS, anche a causa della stanchezza, è progressivamente calato, incassando un 21-7 complessivo che ha spianato la strada verso il successo alla squadra di Pistolesi. Negli ultimi dieci minuti, infatti, le cussine non sono riuscite a riaprire la gara, condotta in porto dalla Jolly Acli sul definitivo 54-43.

“Era una gara alla nostra portata – ha commentato coach Xaxa – ma non di certo in queste condizioni. Le assenze di Striulli e Prosperi e gli acciacchi fisici non ci hanno permesso di giocare la partita che avremmo voluto”.

Jolly Acli Livorno-CUS Cagliari 54-43 – Parziali: 16-18; 25-26; 46-33

Livorno: Degiovanni 9, Ceccarini 10, Patanè 4, Orsini 14, Evangelista 5, Cirillo ne, Simonetti, Poletti, Guilavogui 5, Giangrasso 7, Sassetti ne. Allenatore: Pistolesi

CUS: Puggioni 4, Caldaro 4, Saias 5, Niola 9, Ljubenovic 13, Striulli ne, Sorbellini, Petrova 4, Madeddu 4, Prosperi ne. Allenatore: Xaxa

Arbitri: Caravita e Pellegrini

APZ

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: